Mercato Centrale, La Campagna in Città

In San Lorenzo uno spazio fantastico dedicato al cibo italiano. Con tanti eventi da scoprire.

Febbraio al Mercato

Martedì 21 La Campagna arriva in Città: la chianina della Tenuta La Fratta al ristorante da Tosca, serata dedicata ai prodotti di Enrico Lagorio preparati dallo chef Stefano Cavallini. Menù alla carta o degustazione, ospiti speciali: la nonna e i suoi pici, il macellaio, lo stornellista, il fumettista e il guardiacaccia - dalle ore 19 alle ore 23

Sabato 25 e domenica 26 Il brigidino di Lamporecchio: È uno dei dolci più amati della tradizione toscana, una piccola cialda che profuma di anice che veniva già preparata nel Trecento. Gli ingredienti, semplici e genuini, sono come quelli di un tempo, potete assaggiarli nel temporary store al Mercato Centrale per tutto il fine settimana.

Giovedì 2 marzo Il Mestolo di Legno alla tradizione, secondo edizione della sfida in cucina tra massaie, casalinghe e cuochi non professionisti con l'Associazione Fiorenzo Fratini per Dynamo Camp, presenta Annamaria Tossani con la straordinaria partecipazione di Alessandro Cecchi Paone - per maggiori info eventi@mercatocentrale.it

Sabato 4 e domenica 5 marzo La cecina: Un altro weekend all'insegna della tradizione, al Mercato Centrale c'è la cecina di Molin di Pepe. Un piatto povero ma molto amato, a base di acqua e farina di ceci, olio e sale, ancor più buona se viene aggiunto un pizzico di pepe. Anche se un tempo veniva preparata come sostituzione del pane, in realtà è perfetta se accompagnata da una schiacciata.

CHI C'E', COSA FA...

Chi ha detto che ristorazione veloce e cucina di qualità sono incompatibili? Sapori e ingredienti tutti italiani, per uno street food nostrano, che va dallo spuntino en plein air, alla colazione, passando per il brunch fino alla cena e agli acquisti. Tutto questo nella bouqueria fiorentina, lo spettacolare primo piano del MERCATO CENTRALE in San Lorenzo.

NOVITA' RECENTI - La gettonatissima PIZZERIA SUD è da poche settimane affidata a una nuova guida, quella di Stefano Callegari. Dalla periferia di Roma fino al centro di Firenze, grazie anche ai Tre Spicchi del Gambero Rosso assegnati a Sforno, il suo ristorante a Roma.

ENOTECA CHIANTI CLASSICO - Offre oltre 400 etichette da tutto il mondo, oltre ovviamente ad una ricca selezione del Gallo Nero, e arricchisce adesso la propria offerta con “Divini Italiani”, un progetto di valorizzazione dei nostri tesori gastronomici più nascosti curato dallo chef stellato Filippo Saporito (ristorante a Villa Bardini, La Leggenda dei Frati) proposti in abbinamento ai vini dell’Enoteca. Ogni mese taglieri e specialità da una regione diversa.

IL PESCE FRESCO - Maurizio e Paola Rosellini - Per una frittura mista nel cono, uno sfizioso spiedino misto o di calamari si va da Rosellini: ottime alici su crostini di pane di Bedu con burro di Parola.

L’HAMBURGER DI CHIANINA - La Toraia di Enrico Lagorio - Hamburger in versione gourmand. Qui, il famoso burger di chianina è accompagnato alla pancetta di Savigni e al caciocavallo silano di Parola, nè mancano la versione classica, l’hotdog o semplici patatine fritte.

LA CARNE E I SALUMI - Famiglia Savigni - La piadina e la tigella farcite sono specialità che accompagnano la spalla cotta di Cinta con pomodori e pecorino Crosta Fiorita affinato da Parola con il panino ai cinque cereali di Bedu. Per uno spuntino, ciccioli secchi e affettati!

VEGETARIANO E VEGANO - Marcella Bianchi - Una centrifuga o una macedonia si prendono al volo da Veg&Veg, così come uno dei loro burgers vegetariani e vegani. Se si ha voglia di dolce, muffin di riso di Bianchi con ricotta di pecora di Parola e cioccolato fondente e bianco di Beduschi.

IL TARTUFO - Luciano Savini - Se non si ha tempo per il tagliolino di Mendolia al tartufo di Savini, ci si può viziare con un crostone di tartufo e formaggio, una focaccia farcita di tartufo e frittata o tartufo e crema di lardo, o col classico e sempre validissimo panino tartufato.

IL PANE E LA PASTICCERIA - David Bedu - Pank soddisfa molte voglie. Una colazione golosa con un pan au chocolat o un croissant farcito, un pranzo lampo con trancio di pizza o panino ai cereali con prosciutto cotto di Savigni, formaggio Ciaranfi affinato da Parola e lampascioni del Salento.

IL CIOCCOLATO E IL GELATO - Cristian Beduschi - Per sfizi golosi da Beduschi. Coppa con gelato al cioccolato e pane di San Lorenzo di Bedu, o cannolo con gelato di ricotta. In alternativa, crepes o waffle.

I FORMAGGI e la MOZZARELLA - Franco Parola - La bruschetta sfiziosa: Parmigiano Reggiano in scaglie con lardo di Savigni e mela verde su bruschetta torchon di Bedu, o crostoni e focacce con protagonista il formaggio.

IL LAMPREDOTTO - Lorenzo Nigro - Il tipico street food cittadino. Il lampredotto di Nigro, in veste classica o rivisitata, è proposto con salsa al tartufo di Savini e panino al curry e cereali di Bedu. Non mancano trippa alla fiorentina, bollito e panino con lingua.

I TRAMEZZINI - Fabrizio Bodini - Per un gustoso tramezzino molti abbinamenti da provare, sia quelli suggeriti in lavagna che quelli con singoli ingredienti. Da non perdere, il tramezzino di Bodini con pane al pistacchio, mortadella di Savigni e tuma del Bric affinata da Parola.

Le specialità siciliane di ARA' - Anche un arancino può placare la fame. Quello di Arà, farcito con ragù de La Toraia è un classico. E se si ha la Sicilia nel cuore, si può anche scegliere un cannolo farcito al momento o una cassata.

La pasta fresca - Raimondo Mendolia - Farina grano duro da Altamura, in Puglia e grano tenero dal piacentino, in Emilia Romagna – uova italiane e verdure Di Alessandra e Filippo del Mercato Centrale Firenze, olio extravergine d’oliva e Parmigiano Reggiano: solo questi gli ingredienti di Raimondo Mendolia per le sue paste fresche. Al Mercato paste trafilate al bronzo, tortellini, cappellacci, tortelli, lasagne, tagliatelle e tutte le paste ripiene dedicate ai sapori regionali: dall’abbinamento del pecorino di Pienza col lardo di Colonnata fino alla sfoglia profumata ai mirtilli col ripieno di porcini del Trentino. Da mangiare calda al Mercato o da gustare a casa.

Il ristorante - Tosca - La cucina toscana è il fiore all’occhiello della cucina italiana, a maggior ragione quando le materie prime sono le migliori. Una filiera più che corta, controllata e garantita, che fa da sigillo alla bontà. Portate semplici e saporite: dalla pappa al pomodoro alle tagliatelle al sugo, salumi toscani, ribollita, crostini di fegato, cannelloni, carne di Chianina e di Sambucana. Dolci, Chianti Classico, e Caffè Italiano del Mercato.

Il Fritto - Valerie Rugi - Tutto ha inizio nella cucina di nonna Gina, dove Valerie si appassiona alla cucina confrontandosi poi con ricette dolci e salate, e imparando la tecnica della frittura. Qui trippa fritta, polpette di trippa e lampredotto, coniglio, pollo e verdure fritte, coccoli, polenta e crema fritta.

Il sushi - Donato Scardi - California roll, sushi vegetariano, tartare, sashimi, nigiri, zuppa di miso e molto altro. Tutti prodotti realizzati artigianalmente e confezionati giornalmente.

LA BIRRERIA, IL BAR e LA BANCA - Inoltre la Scuola di Cucina Lorenzo de’ Medici, la biglietteria della Fiorentina e la Libreria.

Piazza del Mercato Centrale – Via dell’Ariento – orario 10-01 - 055 2399798 – mercatocentrale.it

Condividi

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it