MoMio, un amore di cucina

Novità a Porta San Frediano.

A Porta San Frediano una giovane coppia compie il grande passo nel campo della ristorazione. Sono Nadia Moller e Marco Lagrimino. Il nome del ristorante nasce proprio da questa relazione, infatti MOMIO è il loro diminutivo affettivo.

Lei maïtre, lui chef con l’idea di portare contemporaneità nella culla del rinascimento. Contemporaneità che in questo elegante, ma informale ristorante, a nostro avviso, risiede anche nel format oltre che nella cucina. Infatti qui si può venire per un brunch, una colazione o un pranzo di lavoro, oltre che ovviamente per una cena nella sala ristorante al piano di sotto dove Marco esercita la sua creatività in piatti gourmet dai sapori piuttosto originali. Marco viene da una gavetta di 15 anni che l’ha visto nella squadra del Mandarin Hotel di Londra diretto dallo “stellato” Heston Blumenthal, oltre che al Four Seasons con Vito Mollica e al Gurdulù (Santo Spirito) ai tempi di Entiana Osmanzeza.

AMBIENTE - Si scende nel piano sotterraneo dominato da un soffitto a volta che si divide in due zone: salotto e ristorante. La prima ideale per un aperitivo in privacy o un incontro di lavoro. La sala ristorante è illuminata e dominata dal bancone del bar dove vengono preparati originali cocktail pre e post cena. Il locale è stato realizzato in collaborazione con lo studio TAF (Trova, Allestisci e Fotografa): design minimal con occhio rivolto al modernariato.

CUCINA - Siamo accolti da un appetizer che varia secondo stagione e inventiva dello chef. Le proposta del menù variano tra mare, terra e vegetariano. Un esempio? Fegatino bruleé, dalla consistenza cremosa che va a contrasto con la crosta, un classico toscano come non l’avete mai provato! Interessante anche l’abbinamento formaggio di capra-gambero rosso.
Ecco i main course. Lo spaghetto fatto in casa con cozze affumicate, limone e dragoncello poggiato su letto di nocciola è un primo che non ti aspetteresti mai, fa il suo dovere, gnam! Come secondo un pesce di prima qualità, Halibut con sedano rapa. Cotto al punto giusto è poggiato su crema di nocciola e punzecchiato da gocce di pompelmo, avocado e Yuzu. A chi non piace osare suggeriamo la pasta ricotta e piselli o la guancia di maiale. Come dolce quattro scelte ideate dalla pasticcera Sarah Frasson, conosciuta durante l’esperienza al Four Season. Ricotta e camomilla, Pistacchio e yogurt, Albicocca e Lavanda e Liquirizia e menta.

 

CAFFETTERIA/COLAZIONE/PRANZO - Momio si autodefinisce anche come caffetteria, ristorante e salotto. Il piano terra - ingresso è dedicato alla colazione/brunch con un menù ad hoc. Fino alle 16 brunch, dalle 12 pranzo. I caffè monorigini provengono da Messico e Cuba, più uno dalla Torrefazione artigianale La Tosteria di Signa. I tea sono di Tealicious. affiancati da miscele tradizionali. Più cocktail, birre e Bellini di vario tipo.
Un progetto sobrio, elegante, ambizioso animato dal sincero entusiasmo e da un impegno non comune. Benvenuti a Firenze Gourmet!

MOMIO - Via Pisana 9c - 055 225652 – orario: mar 9-20:30, mer/ven 9:-23, sab/dom 10-23)- www.momiofirenze.it - FB @momiofirenze - info@momiofirenze.it

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it