Oggi al CINEMA!

Loro 1, Molly’s Game e i film da non perdere nelle sale fiorentine.

Loro 1
di Paolo Sorrentino con Toni Servillo, Riccardo Scamarcio, Kasia Smutniak.
Seconda parte del film incentrato sulla vita di Silvio Berlusconi. Tra Bunga Bunga, Divorzio e crisi di governo.
Dopo aver raccontato Il Divo Giulio Andreotti, Paolo Sorrentino affronta l’altro grande e controverso personaggio politico dell’Italia del Dopoguerra. Il periodo trattato è quello della decadenza del suo regno. Loro sono tutti quegli uomini affamati di potere e quelle ragazze disinibite pronte a tutto per il successo, che lo circondano. Ma il titolo può essere letto anche L’Oro, ovvero Berlusconi stesso, visto da “Loro” come fonte di fortuna e ricchezza.
Nelle sale da martedì 24 aprile.

Avengers: Infinity War
di Joe e Anthony Russo con  Scarlett Johansson, Chris Hemsworth, Tom Hiddleston.
Diciannovesimo cinecomic firmato Marvel, è il terzo della saga Avengers e il primo capitolo della battaglia tra i Vendicatori e Thanos per le gemme dell'Infinito.
Solito cast stellare formato tra gli altri da Robert Downey Jr. (Iron Man), Scarlett Johansson (Vedova Nera) e Chris Hemsworth (Thor)… Curiosità: è il primo film ad essere girato interamente in formato IMAX.
Nelle sale da mercoledì 25 aprile.

Molly’s Game
di Aaron Sorkin con Jessica Chastain, Idris Elba, Kevin Costner.
Da futura studentessa di giurisprudenza a Harvard a principessa del poker: la vera storia di una giovane donna diventata la regina di un gigantesco impero del gioco clandestino a Hollywood.
Primo film da regista per lo sceneggiatore premio Oscar Aaron Sorkin, da qualche anno specializzato in storie di successo di personaggi più o meno famosi, realmente esistiti. Suoi gli script di The Social Network, Steve Jobs, Moneyball e questo. La ragazza è interpretata dalla rossa Jessica Chastain (The Help), tra le migliori attrici americane della sua generazione.
Nelle sale da giovedì 19 aprile.

Escobar - Il fascino del male
di Fernando León de Aranoa con Javier Bardem, Penélope Cruz.
Virginia Vallejo, celebre anchorwoman colombiana ha chiesto asilo politico agli Stati Uniti. Amante appassionata di Pablo Escobar, criminale e trafficante di cocaina senza scrupoli e rimorsi, ha deciso di raccontare alla DEA gli anni della loro relazione e dell'ascesa vertiginosa del 'patrón' di Bogotà.
La serie Narcos targata Netflix l’abbiamo vista quasi tutti. Lo sa bene de Aranoa (Perfect Day) che infatti racconta la storia di Escobar dal punto di vista inedito della sua amante Virginia Vallejo. Altro motivo di interesse sono i “calienti” Javier Bardem e Penélope Cruz, coppia fissa nella vita e sul grande schermo da ormai quasi un decennio.
Nelle sale da giovedì 19 aprile.

Doppio Amore
di François Ozon con Jacqueline Bisset, Marine Vacth, Jérémie Renier.
Giovane donna fragile, Chloé somatizza un segreto che custodisce nel ventre e affronta in terapia che termina quando si innamora di Paul, il suo psichiatra. Un giorno la ragazza scopre l’esistenza di un fratello gemello monozigote di Paul, anch’egli psichiatra, e tra i due scoppia un’attrazione fatale.
Film psicologico tratto da un romanzo minore della scrittrice americana Joyce Carol Oates che affronta temi quali nevrosi, sesso e doppia personalità. Si sofferma in modo particolare sui gemelli, visti come un qualcosa di affascinante, mostruoso e artistico. Protagonista Marine Vacth, già diretta da Ozon nel discusso Giovane e bella.
Nelle sale da giovedì 19 aprile.

Il Prigioniero Coreano
di Kim Ki-Duk con Ryoo Seung-Bum, Lee Won-Geun.
Quando il motore della sua barca si rompe, un pescatore della Corea del Nord va alla deriva verso la Corea del Sud. Sottoposto a brutali interrogatori, viene rispedito in patria. Prima di lasciare il paese, realizza quanto esso non sia "sviluppato" come credeva. Tornato al Nord, l'uomo subisce lo stesso trattamento, e si trova profondamente confuso tra le due ideologie.
Il più noto e pluripremiato regista coreano Kim Ki-Duk (Ferro 3 – La casa vuota) affronta con maestria il tema quanto mai attuale del conflitto tra le due Coree.
Al cinema Stensen.

The Silent Man
di Peter Landesman con Diane Lane, Kate Walsh, Liam Neeson.
La serie di eventi che convinsero l'agente dell'FBI Mark Felt a diventare la fonte anonima (Gola Profonda) per i giornalisti Bob Woodward e Carl Bernstein che portarono alla luce il Watergate.
Lo scandalo più importante della storia americana raccontato dal punto di vista di colui che contribuì in maniera determinante alla sua esplosione. Per trent’anni nessuno ha saputo chi fosse “gola profonda” fino a quando nel 2005 è stato lo stesso Felt a confessare tramite un’intervista a Vanity Fair.

Io sono Tempesta
di Daniele Luchetti con Marco Giallini, Elio Germano.
Numa Tempesta è un finanziere che gestisce un fondo da un miliardo e mezzo di euro e abita da solo nel suo immenso hotel deserto, pieno di letti in cui non riesce a chiudere occhio. E’ ricco, carismatico e con pochi scrupoli. A causa di una vecchia condanna per evasione fiscale, deve scontare un anno ai servizi sociali in un centro di accoglienza. Dovrà mettersi a disposizione di chi non ha nulla, degli ultimi.
Daniele Lucchetti (Mio fratello è figlio unico) dirige due tra gli attori italiani più in voga degli ultimi anni: Marco Giallini (Perfetti Sconosciuti) e Elio Germano (Magnifica Presenza).

The Happy Prince
di Rupert Everett con Rupert Everett, Colin Firth, Colin Morgan, Edwin Thomas, Emily Watson.
Dopo il periodo di successi Oscar Wilde è caduto in disgrazia. Processato per la sua esplicita omosessualità e condannato a due anni di lavori forzati è uscito dal carcere minato nella salute e nell'animo.
Rifugiatosi a Parigi torna ad unirsi al giovane Lord Douglas e precipita sempre più nel disastro totale. Gli restano solo le sue fiabe con le quali si conquista l'affetto di due ragazzi di strada.

Il giovane Karl Marx
di Raoul Peck con August Diehl, Stefan Konarske.
Alla metà del Diciannovesimo secolo l'Europa è in fermento. In Inghilterra, Francia e Germania i lavoratori scendono in piazza per protestare contro le durissime condizioni nelle fabbriche, e gli intellettuali partecipano come possono all'opposizione. Uno di loro, il tedesco Karl Marx, a soli 26 anni è costretto a rifugiarsi a Parigi insieme alla moglie Jenny. Qui conosce Friedrich Engel che, nonostante provenga da una ricca famiglia di industriali, simpatizza con le sue idee rivoluzionarie.

I segreti di Wind River
di Taylor Sheridan con Jeremy Renner, Elizabeth Olsen.
Cory Lambert è un cacciatore di animali predatori nella riserva indiana di Wind River, nel selvaggio Wyoming. In cerca di un leone di montagna che attacca il bestiame, trova il cadavere di una giovane donna amerinda. Cory, che ha perso tre anni prima una figlia in circostanze simili, decide di aiutare nelle indagini Jane Banner, giovane recluta del FBI senza esperienza.
Prima regia importante per l’attore e sceneggiatore Taylor Sheridan (Hell or High Water) che dirige un “gelido” thriller con Jeremy Renner (Avengers, The Hurt Locker) e Elizabeth Olsen, sorella minore di Mary-Kate e Ashley, le gemelle più famose dello show-biz.

Tonya
di Craig Gillespie con Margot Robbie, Allison Janney.
Tonya Harding non ha avuto un'infanzia facile e le cose non le sono andate meglio crescendo. Eppure, sebbene sofferente d'asma e forte fumatrice, è stata una grande pattinatrice, la seconda donna ad eseguire un triplo axel in una competizione ufficiale e tuttora una delle pochissime ad averne avuto il coraggio.
Biopic sulla controversa pattinatrice americana Tonya Harding, al centro di un grande scandalo nel 1994. Nel ruolo Margot Robbie, attrice in forte ascesa, già apprezzata in film come The Wolf of Wall Street e Suicide Squad. Allison Janney ha vinto il premio Oscar come miglior attice non protagonista.

Ready Player One
di Steven Spielberg con Tye Sheridan, Olivia Cooke, Simon Peg.
Nel 2045 il pianeta Terra è ormai in declino e l'unico svago per la popolazione si trova in un universo virtuale chiamato OASIS. Il magnate che lo ha inventato organizza una speciale caccia al tesoro mettendo in palio la sua immensa fortuna, il giovane adolescente emarginato Wade Watts decide di partecipare.
Periodo di grande attività per Steven Spielberg che dopo The Post, uscito lo scorso mese, torna nelle sale con un particolare Sci-Fi tratto dal best seller di Ernst Cline.

Nella stessa categoria:

martedì 03 aprile 2018

Aprile all'Odeon

martedì 24 aprile 2018

Oggi al CINEMA!

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it