Teatro Puccini, borderline tra satira e sociale

Sabato 20 ottobre Caveman - l’uomo delle caverne...

Il Puccini mantiene la barra a dritta nel mare agitato del teatro borderline, tra one man show, recital dedicati a personalità della cultura e della musica, commedie di stampo sociale e impegnato, spesso con un tocco satirico. Continua anche in questa stagione il trend dei reading con giornalisti che si propongono con vere mise en scene per i temi da trattare. Tornano in massa i grandi attori comici, umoristici e satirici (la Reggiani, Giacomo Poretti, Paolo Rossi, Gabriele Cirilli e Drusilla Foer). E come sempre appaiono spettacoli di taglio multidisciplinare tra puppet show e musica di qualità, come quelli con Oblivion e Familie Flöz.

Ottobre
Venerdì 12 e sabato 13 i Broadway Shots musical choir tornano a teatro con i più celebri brani corali dei Musical proposti in forma di concerto, con Band dal vivo, direzione musicale di Riccardo Stopponi e coreografie di Lorenzo Micheletti.
Sabato 20 il Teatro Verdi di Firenze presenta poi la XIII replica di Caveman - l’uomo delle caverne, per la quinta stagione sul consueto palcoscenico del Puccini. Con Maurizio Colombi e la regia di Teo Teocoli.
Giovedì 25 Altrove Teatro presenta invece Analisi illogica con Giorgia Trasselli e Simone Marzola, testo e regia di Marco Predieri: un intreccio brillante, che si colora di comicità e sfumature noir in un crescendo vorticoso che mette in gioco tutti i talenti dei suoi due interpreti.

Top della stagione
Si inizia subito con alcune proposte divertenti e intelligenti come: il 2 e 3 novembre gli irresistibili Lillo e Greg che inaugurano con Gagmen dove mettono insieme un best of delle loro trovate teatrali, radiofoniche e televisive; il 16 e 17 novembre i virtuosismi lessical-concettuali di Alessandro Bergonzoni in Trascendi e sali e il 23 e 24 novembre la strana coppia Benvenuti e Fresi in una rilettura del Don Chisciotte che mette in relazione i leggendari personaggi con i tempi d'oggi in donchisci@tte.
A proposito di giornalisti in mise en space, eccone qui due autorevoli che raccontano di fatti e figure importanti della nostra storia: il 30 novembre Tomaso Montanari, storico dell'arte e penna arguta ci parla di Pietro Calamandrei con L’aria della libertà - l’Italia di Piero Calamandrei, mentre il 14 dicembre Ezio Mauro evoca il sequestro Moro con Il condannato. Cronache di un sequestro.
Spulciando tra le tante proposte, 18 gennaio da vedere per riflettere Lampedusa, pièce politica di Anders Lustgarten con la bella e brava Donatella Finocchiaro insieme all'ottimo Fabio Troiano; il 15 febbraio incuriosisce Libera nos Domine in cui Enzo Iachetti attraverso canzoni e parole di Faletti, Gaber, Guccini, Jannacci e lui medesimo parla della vita quotidiana e delle problematiche del giorno dopo giorno.
Il 5 e 6 aprile debutto fiorentino per il simpatico Riccardo Rossi che con l'inconfondibile sbraitamento inveisce amabilmente sul mondo e le contraddizioni del femminile in W le donne.

Teatro Puccini - Via delle Cascine 41 - 055 362067 -  spettacoli ore 21 - teatropuccini.it

Nella stessa categoria:

lunedì 17 settembre 2018

Imago Lab

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it