Fragili tesori dei Principi

Per celebrare la magnificenza della porcellana durante il Granducato lorenese, le sale della Reggia di Palazzo Pitti tornano a splendere in un costante dialogo tra le arti.

Il tramonto della dinastia medicea portò ad un nuovo orientamento del gusto, a cui aderì il marchese Carlo Ginori inviato a Vienna per omaggiare Francesco Stefano di Lorena, futuro imperatore d’Austria e successore al Granducato di Toscana. Affascinato dalla preziosa porcellana della fabbrica viennese di Claudius Innocentius Du Paquier, nel 1737 fondò la sua manifattura alle porte di Firenze. Le opere selezionate - porcellane, ma anche dipinti, sculture, commessi in pietra dura, cere, avori, cristalli, arazzi e incisioni – grazie a importanti prestiti internazionali e la collaborazione con le Collezioni del Liechtenstein Princely Collections di Vaduz-Vienna, partner della mostra Fragili tesori dei principi. Le vie della porcellana tra Vienna e Firenze, svelano l’attenzione per l’esotico, la passione antiquaria e l’interesse naturalistico tipici del gusto settecentesco.

Palazzo Pitti, Sala del Fiorino - Piazza Pitti - 055 294883 - 8.15-18.50 (chiuso lun) – 13 euro – fino al 10 marzo

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it