Leggere per non dimenticare

Alle Oblate il fortunato ciclo d’incontri curato da Anna Benedetti, giunto alla XXIV stagione.

Da mercoledì 10 ottobre fino al 15 maggio, quest’anno sceglie le parole di Umberto Eco come leitmotiv: “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5.000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… Perché la lettura è un’immortalità all’indietro”. Chiosa  per l’occasione il Sindaco Nardella: «[...] In un mondo dove ci si vanta dei like ma non si ricorda l’ultimo libro sfogliato, una rassegna come questa, per la quale ogni anno non ci stanchiamo di ringraziare Anna Benedetti per la sua tenacia e il suo impegno costante, sono sicuramente un argine all’ignoranza e uno stimolo a invertire la rotta».

Prossimi incontri...

Venerdì 10 maggio Mario Carli a cura di Gianluca Nesi “Noi Arditi” – presentano Antonello La Vergata e Paolo Lombardi.
Il libro si rivela come il primo scritto che opera una compiuta mitizzazione della figura dell’ardito venendo nello stesso tempo a proporlo come il modello di un nuovo soggetto politico. La ricostruzione e l’analisi dell’ideologia dell’arditismo fascista non può che muovere dall’ideologia della guerra degli interventisti radicali, seguendone la trasformazione sui campi di battaglia nell’esperienza di combattimento dei reparti d’assalto, e nel suo approdo nella pratica terroristica contro gli avversari politici.
Mario Carli (1889-1935) è stato tra i fondatori del futurismo, capitano degli assaltatori durante la Grande Guerra, fondatore degli arditi paramilitari e legionario a Fiume con Gabriele D’Annunzio. Durante il fascismo si è affermato come uno dei principali giornalisti del regime ed ha rivestito importanti cariche pubbliche e diplomatiche. Gianluca Nesi studia storia del nazismo e dell’ideologia nazista. Ha pubblicato vari saggi e, con Paolo Lombardi, i volumi Sangue e suolo. Le radici esoteriche del Nuovo Ordine europeo nazista e Cercarsi nel buio. Costruzione dell’identità e creazione del passato in cinque storie di nazisti.

Mercoledì 15 maggio Sandra Petrignani (foto) “La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg” - presenta Piero Gelli.
Il libro ripercorre passo passo vita e opere dell’autrice di Lessico famigliare, rileggendola dai primi racconti agli ultimi articoli sui giornali, andando sui suoi luoghi e facendosela raccontare dalle persone che l’hanno conosciuta. Se l’incontro fondamentale della sua vita è quello con Leone Ginzburg che perde quando ha ventotto anni, per lei conta molto anche il secondo marito Gabriele Baldini, contano gli amici, da Cesare Pavese a Italo Calvino, da Elsa Morante a Cesare Garboli e la casa editrice Einaudi.
Sandra Petrignani è nata a Piacenza. Vive a Roma e nella campagna umbra. Tra le sue pubblicazioni: La scrittrice abita qui, pellegrinaggio nelle case di grandi scrittrici del Novecento; i racconti di fantasmi Care presenze; il libro di viaggio Ultima India; il romanzo-documento Addio a Roma e la biografia romanzata di Duras, Marguerite.

Biblioteca delle Oblate - Via dell’Oriuolo 24 - 055 2616512 - ore 17.30 - leggerepernondimenticare.it - ingresso gratuito

Nella stessa categoria:

giovedì 12 settembre 2019

I Bronzi dei Medici

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it