La Botanica di Leonardo

La mostra in Santa Maria Novella e in varie piazze della città.

Il contesto filosofico e tecnico del tempo di Leonardo Da Vinci per approfondire i suoi studi sulle forme e sui processi del mondo vegetale, attraverso il suo sguardo di pensatore “sistemico”, evidenziando le connessioni fra arte, scienza e natura e le relazioni fra i diversi ambiti del sapere.

Nel Chiostro Grande di Santa Maria Novella e in alcune piazze della città trovano posto i cinque solidi geometrici che secondo Platone (428-347 a.C.), raccogliendo l’eredità dei Pitagorici, davano corpo ai quattro elementi del cosmo: l’esaedro per la terra, l’icosaedro per l’acqua, l’ottaedro per l’aria, il tetraedro per il fuoco. A questi si aggiunge il dodecaedro, sintesi sublime della quintessenza che si trova in piazza della Signoria da lo scorso luglio. La botanica di Leonardo diventa così un punto di osservazione privilegiato per aprirsi ad un discorso contemporaneo sull’evoluzione scientifica e la sostenibilità ecologica. Dalla fillotassi alla dendrocronologia, gli scritti e i disegni di Leonardo registrano infatti intuizioni di assoluto rilievo nella storia della botanica, generate dal suo acuto spirito di osservazione e dalla sua continua attività sperimentale, che vanno a delineare una visione dinamica della scienza, inscindibile dall’arte e dalla tecnica e ricca di implicazioni e riferimenti anche nella contemporaneità. Nell’intreccio tra fogli originali, elementi naturali e installazioni interattive, la mostra offre così al pubblico l’occasione di approfondire un importante terreno d’indagine di Leonardo e di apprezzarne gli altissimi esiti raggiunti. La mostra è realizzata in collaborazione con Aboca.

Venerdì 13 ore 18 Incontro con Stefano Mancuso (neurobiologo vegetale), Fritjof Capra (fisico e teorico dei sistemi) e Valentino Mercati (presidente e fondatore di Aboca). Per i tre curatori della mostra La Botanica di Leonardo. Per una nuova scienza tra arte e natura, gli studi del genio sulle piante aprono alla riflessione contemporanea sull’evoluzione scientifica e la sostenibilità ecologica (Ingresso gratuito fino a esaurimento posti – Accesso alla mostra e al museo a pagamento).

Complesso di Santa Maria Novella - lun-gio 9-19, ven 11-19, sab 9-17.30, dom 13–17.30 – 7.50 euro - labotanicadileonardo.it - fino al 15 dicembre

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it