Pergola: Nazionale & Popolare

Filippo Timi inaugura la nuova stagione con 'Un cuore di vetro in inverno',

Per assolvere ai compiti istituzionali del suo ruolo di Teatro Nazionale il Teatro della Toscana, il cui fulcro vitale resta la Pergola, continua a elaborare strategie di radicamento sul territorio regionale, con gli spazi del Teatro Studio “Mila Pieralli” Scandicci e quello storico della ricerca del Teatro Era di Pontedera; di formazione (con la scuola di alto perfezionamento curata da Pierfrancesco Favino, la scuola Orazio Costa e i corsi per gli studenti delle scuole superiori), di promozione dell'arte dello spettacolo, sia sperimentando nuove modalità gestionali, come quella del Teatro Niccolini affidato a una formazione di giovanissimi artisti, iNuovi, che si occupano di tutti i suoi aspetti, artistici e organizzativi.
La stagione del Teatro Massimo è segnata ancora una volta dalla necessità di unire qualità a popolarità. Si percepisce nelle proposte la voglia di tentare il nuovo con riscritture, riduzioni di grandi opere letterarie che caratterizzano la stagione della sala grande, dove - altro dato significativo - molti volti resi popolari da cinema e tv tornano o affrontano per la prima volta la scena e il vero cimento attoriale.

Ottobre
Da martedì 23 a domenica 28 inaugurazione con Un cuore di vetro in inverno che riporta Filippo Timi sulle scene fiorentine, in prima nazionale. Un lavoro onesto che scava nel vissuto umano di questo artista complesso e poliedrico.
Da martedì 30 a domenica 4 novembre Roberto Andò dirige Bella Figura di Yasmina Reza con Anna Foglietta, Paolo Calabresi, Lucia Mascino, David Sebasti, e con Simona Marchini. L’autrice ha scritto il testo per il regista Thomas Osthermeier e la compagnia del teatro Schaubühne di Berlino. Una produzione Compagnia Gli Ipocriti Melina Balsamo.

ALTRI EVENTI IN OTTOBRE
domenica 14 e domenica 4 novembre ore 10/11/12 In sua movenza è fermo da un’idea di Riccardo Ventrella - testi e regia Giovanni Micoli – La Comp. delle Seggiole
martedì 16 ore 17 Libri a Teatro: La penna perduta. Scritti (1919-1936) di Mario Castelnuovo-Tedesco a cura di Mila De Santis – con Renzo Guardenti, Fiamma Nicolodi, Cesare Orselli
sabato 20 e domenica 21 Festival d’Autunno: Prélude à l’après-midi d’un faune - Autobiografia fisica coreografia e regia Virgilio Sieni - prima nazionale - fuori abbonamento >> vedere sezione Danza&Balletti
mercoledì 24 ore 17 Libri a Teatro: Scenari per la Comédie-Italienne di Carlo Goldoni - a cura di Andrea Fabiano; La Comédie-Italienne de Paris et Carlo Goldoni. De la Commedia dell’Arte à l’Opéra-Comique, une dramaturgie de l’Hybridation au XVIII siècle di Andrea Fabiano - con Siro Ferrone, Renzo Guardenti, Paola Luciani, Marzia Pieri

Top della stagione
Dal 20 al 25 novembre Gabriele Lavia si riserva l'amatissimo Ibsen con il nuovo allestimento di John Gabriel Borkman diretto da Marco Sciaccaluga.
Tra i molti titoli della sala grande, dall’11 al 16 dicembre si annuncia interessante, anche perché pressocché inedita, La tragedia del vendicatore di Thomas Middleton, versione italiana di Stefano Massini, produzione Piccolo Teatro di Milano, che propone un autore di età elisabettiana che con il suo coevo Shakespeare condivide il gusto per la tragedia politica e morale e getta un torvo e acuto sguardo sui suoi tempi (e i nostri).
Dall'8 al 13 gennaio torna il superpremiato Copenhagen di Michael Frayn con un tris d'assi come Orsini, Lojodice, Popolizio.
Sicuramente sarà una hit la riproposta dal 12 al 17 febbraio di La notte poco prime delle foreste di Koltès con Pierfrancesco Favino.
Dal 5 al 10 marzo incuriosisce il Dracula di Bram Stoker riletto dalla coppia Sergio Rubini e Luigi Lo Cascio.
Sul coté femminile: dal 9 al 18 novembre la bella Luisa Ranieri è interprete di una delle più travolgenti storie d'amore scritte per il teatro moderno - autore Terence Rattigan - diretta dal marito Luca Zingaretti (con lei iNuovi): The Deep Blue Sea.
Dal 27 novembre al 2 dicembre Gabriella Pession invece riprende una figura controversa del teatro moderno e ce la ripropone con Lino Guanciale in After Miss Julie e dal 15 al 20 gennaio la divertente e leggiadra Maria Amelia Monti si cimenta invece in Miss Marple, giochi di prestigio.
Tra le sfide, dal 9 al 14 aprile Giancarlo Sepe si confronta con la visionarietà di Kubrick in Barry Lyndon (Il creatore di sogni), storia di un avventuriero settecentesco dai vizi tutti contemporanei, dal romanzo di William Makepeace Thackeray, che chiude la stagione.

Teatro della Pergola - Via della Pergola 12/32 - 055 22641 - biglietteria 055 0763333 - spettacoli ore 20.45, dom 15.45 - teatrodellatoscana.it

Nella stessa categoria:

mercoledì 05 settembre 2018

Teatro Urbano

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it