Le dolci alternative di Chalet Fontana

Colazione in terrazza per godersi le belle giornate invernali o pranzo con vista giardino al tepore del camino?

QUANDO TOSCANA ZONA GIALLA APERTO A PRANZO. 

In questa storica location sul viale dei Colli che da alcuni anni vive una nuova giovinezza, con una cucina ispirata dalle stagioni e dai prodotti a km 0, l’arrivo di una nuova stagione rappresenta sempre un momento di rinascita.

Grazie al connubio vincente tra la visione della proprietà e le idee del giovane Chef Diego Abad che ha da poco preso in mano le redini della cucina, a Chalet Fontana le proposte culinarie, che si tratti di quelle dolci e salate servite al bar e bistrot o del menù del ristorante affacciato sul giardino, sono frutto di una ricerca costante di ingredienti genuini che diventano i protagonisti di piatti che rispecchiano il cambiamento della natura rigogliosa che lo circonda.


È possibile trascorrere in piena sicurezza qualche ora di serenità al calore del camino presso il ristorante aperto per il pranzo e ai tavoli del bar affacciato sul verde per godersi una gustosa colazione e per il brindisi degli auguri.

Lo speciale menù creato per questo breve periodo di apertura include proposte quali l'uovo poché, crema di zucca e radicchio spadellato, i tortellini in brodo di cappone, lo stracotto di manzo accompagnato da puré di patate.

Per essere sempre aggiornati sulle proposte di Chalet Fontana, vi invitiamo a visitare il sito

SAN VALENTINO 

CHALET FONTANA - Viale Galilei, 7 - 055 2280841 - parcheggio interno - 
ristorante@chalet-fontana.it - www.chalet-fontana.it


RECENSIONE OTTOBRE 2019
Complice la splendida location, valida tutto l’anno, grazie anche alla veranda in vetro che regala una splendida vista “verde” sul grande giardino, eccoci alla scoperta del nuovo menù d’autunno. Punto fermo la materia prima e i prodotti stagionali, imprenscindibili per una ristorazione di alta qualità. Molti ingredienti provengono dall’orto adiacente, il bioattivo più grande d’Italia. Siamo rimasti piacevolmente stupiti dalla convincente evoluzione di Bonadonna che sta affinando le sue abilità realizzative e di accostamento dei sapori, come sempre senza troppi fronzoli, con un’attenta cura dei dettagli.

Il menù è ispirato da tre fili conduttori orto, tradizione e gourmet. Noi abbiamo provato come antipasti una Crema e cubi di Zucca, amaranto soffiato, pomodori secchi e olive e il Carpaccio d’anatra, cruditè di carciofi e fegatini. In entrambi un bel contrasto di morbido e croccante che non guasta mai! Qualche punto in più (personale) all’anatra. Tra i primi i Bottoni di pappa al pomodoro e burrata e lo Spaghettoro con scampi, zucca e broccoli. Gustosi e abbondanti come, a nostro avviso, devono essere i primi piatti. Come secondi la triglia in crosta di pane su letto di cavolo viola tra due fini fette di pane che si può mangiare anche a ‘mo’ di panino. Poi un Coniglio in porchetta, polenta croccante e salsa alle mele. Anche qui eccellenti esecuzioni, oltre che nella totalità del piatto anche nella realizzazione di salse e maionesi che in entrambi calzano a pennello.

Restano poi in menù i “classici” di questo giovane chef come la Quaglia farcita alla toscana su manto di rigatino, il suo uovo e cremoso di fegato grasso o la Carbonara 2.0 piatto di cui, fino al 31 dicembre, parte del ricavato viene devoluto all’Associazione contro la Fame Italia Onlus. Chalet Fontana vanta anche un bel carnet di eventi: i giovedì di musica dal vivo, incontri letterari e conferenze. Insomma una piatto davvero completo per un autunno gustosissimo in viale Galilei che vi consigliamo vivamente di provare.

Ps. A pranzo menù light lunch al piano superiore, zona caffè-bistrot.

site map