Winter Garden al The St. Regis Florence

Il ristorante gourmet in Piazza Ognissanti.

Un luogo incantevole per incontrarsi per un pranzo leggero, un aperitivo e gustare gli esclusivi St. Regis Rituals. Al ristorante, condotto dall’Executive Chef Gentian Shehi, innovazione, tradizione e territorio convivono.

Piatto Veg del mese: Zucca, alghe, mole di semi, senape


RISTORANTE WINTER GARDEN
Aperto tutti i giorni dalle 12 alle 14.30, La storia nel piatto: pausa pranzo a spasso nel Rinascimento. Un piatto all’insegna dei sapori della nuova stagione e un dolce a scelta dal nostro menù accompagnati da un calice di vino, acqua e caffè. Euro 40 (per i bambini sotto i 14 anni Euro 30, inclusi acqua e soft drink)
Dalle 12 alle 18, Carta Snack. Dalle 19 alle 22.30, Carta serale con piatti Gourmet.

BAR WINTER GARDEN
Aperto tutti i giorni dalle 11 alle 01. Dalle 12 alle 22.30, All - day Dining all’insegna dei profumi e dei sapori mediterranei reinterpretati in chiave contemporanea dalle sapienti mani dell’Executive Chef Gentian Shehi. Scopri i Rituali: Brunello Bloody Mary: l’interpretazione in chiave local dell’iconico St. Regis Bloody Mary. 20 euro
Dalle 15.30 alle 17, St. Regis Tea Ritual: scopri il mondo di Dammann Frères con l'aiuto del Tea Sommelier gustando le prelibatezze del Pastry Chef. 30 euro
Dalle 19 alle 20, St. Regis Evening Ritual: aperitivo esclusivo con finger food e calice di bollicine, accompagnato dallo spettacolare rituale del sabrage. 40 euro

Piazza Ognissanti, 1 - 055 27163770 - www.stregisflorence.com - restaurant.stregis@stregis.com - www.wintergardenflorence.com


La Scelta di Gentian al Winter Garden
recensione novembre 2021

Lungo l’Arno si cammina sempre volentieri in una sera d’autunno. Niente vento, solo bici e monopattini che sfrecciano insieme ai ricordi di un’estate ormai lontana.

Siamo in Piazza Ognissanti, non tra le più famose, ma certo tra le più affascinanti. Qui si trova il The St. Regis, maestoso hotel del gruppo Marriott che nel suo Winter Garden propone una cucina gourmet realizzata dal giovane e brillante Executive Chef Gentian Shehi.

Motivo della visita è appunto provare il nuovo menù autunno/inverno. Il ristorante si sviluppa in una grande sala dominata da un lampadario enorme che dona, con gli altri elementi d’arredo, un’atmosfera classica sottolineata dalla dolce musica del pianoforte.

La cucina di Gentian si sposa perfettamente a questo ambiente. Esecuzioni da manuale, sapori equilibrati e presentazioni che rubano la scena, sono i tratti distintivi della sua mano. Se il buon giorno si vede dal mattino ecco che l’antipasto, il calamaro ripieno, si presenta come un vero e proprio dipinto astratto, l’occhio vuole la sua parte!, ma qui anche il palato gode e a nostro avviso è il piatto migliore. Degni di nota anche i bottoni di patate con crema tiepida “vichyssoise” e caviale nel segno dell’equilibrio. Poi il piatto forte, il caciucco ripensato in ‘salsa’ gourmet. La crema che lo accompagna segue la ricetta tradizionale, mentre i pesci sono diversi e più nobili dell’originale. Insomma un bel menù in un contesto raffinato con un servizio attento, non troppo impostato. Il dolce stupisce per forma e contenuto, un bell’insieme di tradizione e innovazione: un neccio scomposto con ricotta e gelato al mandarino, provatelo!

La scelta di Gentian è forse in controtendenza rispetto al contrasto eccessivo e iper-ricercato di molte cucine gourmet e a noi piace. Un equilibrio che oggi è difficile trovare praticamente in ogni settore della società, qui invece è padrone e viene proposto con coraggio e rinnovata fiducia. Bravi. 

site map