Radicondoli, un Alfabeto Interiore

Al via la XXXVIII Edizione del Festival diretto da Massimo Luconi.

Un denso calendario di teatro, musica, incontri, stages di formazione, da sabato 13 a lunedì 29 luglio e poi dal 6 all’8 settembre. È la XXXVIII edizione di Radicondoli Festival dal titolo ALFABETO INTERIORE con la direzione di Massimo Luconi, che conferma la cittadina come un'officina creativa dove si intersecano differenti linguaggi e si crea un legame fra artisti, attori, professionisti e comunità. Tra gli ospiti Fausto Russo Alesi, Maddalena Crippa, Franco Arminio, Luca Lazzareschi, Lino Musella e molti altri.

Sabato 13 ore 21.30 inaugurazione con Franco Arminio, protagonista della poesia italiana, con Il sacro minore in cui ripercorre i fili della sua poetica minimalista semplice e profonda che porta a riflettere sulla sacralità delle piccole cose.
Domenica 14 ore 19 la tormentata storia d’amore di Dino Campana e Sibilla Aleramo con Luca Lazzareschi e Simona Nasi, intessuta dalla musica avvolgente di Antonio Aiazzi compositore e ricercatore di nuove sonorità, fondatore del gruppo rock Litfiba.
Lunedì 15 ore 21.15 il ritorno dell’istrionica Maria Cassi con la sua poetica comica e surreale che presenta un viaggio nel mondo dell’umorismo.
Martedì 16 ore 21.30 Nada canta Piero Ciampi nel concerto Ho scoperto che esisto anch’io.
Mercoledì 17 ore 19 la compagnia di teatro senegalese Phoenix Theatre presenta Alors, tue moi. di Aristide Tarnagda, progetto a cura di Abdou Gueye in prima nazionale, con Laura Cravedi, Abdou Gueye, Francesco Dendi.
Giovedì 18 ore 21.15 il concerto di Awa Ly, cantante franco senegalese di spessore internazionale, che unisce ai ritmi jazz e pop, la tradizione della terra africana di origine.
Sabato 20 evento speciale dedicato a Luca Ronconi, con un incontro sulla pedagogia e sul lavoro teatrale di uno dei grandi registi contemporanei, con la cura critica di Oliviero Ponte di Pino, e con Roberta Carlotto storica collaboratrice di Ronconi e Fausto Russo Alesi, uno degli attori di maggior spicco del teatro e cinema italiano. A seguire proiezione del documentario La scuola d’estate, Luca Ronconi a Santa Cristina di Iacopo Quadri. Alle 21.15 Fausto Russo Alesi legge Il cappotto  capolavoro della letteratura russa di N. Gogol.
Domenica 21 ore 19 Lino Musella, tra gli attori di teatro e cinema più interessanti della sua generazione e Dalal Suleiman raccontano le opere della poesia e della letteratura palestinesi.

Lunedì 22 ore 19 Maria Elena Romanazzi accompagnata dal violoncello di Lamberto Curtoni, in un evento speciale dedicato all’opera poetica di Sante Notarnicola.
Martedì 23 ore 21.15 progetto fra parole e musica dedicato all’opera di Violeta Parra, cantante e artista di grande importanza per la musica e la cultura sudamericana degli anni 60, con Flo e Francesco Argirò per la regia di Massimo Luconi.
Mercoledì 24 ore 21.15 Maddalena Crippa attrice raffinata e di grande sensibilità con un lavoro su Etty Hillisum e con musica originale per arpa e armonica di Gian Mario Conti.

Giovedì 25 ore 21.15 la Galleria Toledo di Napoli diretta da Laura Angiulli presenta Cassandra con un contributo alla drammaturgia di Enzo Moscato, esponente di spicco della nuova drammaturgia partenopea recentemente scomparso.   
Venerdì 26 ore 21.30 la musica celtica del gruppo Whisky Trail.
Venerdì 26 e sabato 27 focus dedicato a Caroline Baglioni (Miglior autrice under 40 alla Biennale di Venezia 2019) e Michelangelo Bellani: ven 26 ore 19 l’inedito progetto di ricerca fra musica elettronica e parola Emmipiacevavivere; sab 27 ore 21.15 il pluripremiato Gianni, Premio Scenario per Ustica 2015 e Premio In-Box 2016.
Domenica 28 ore 16 Premio Radicondoli per il teatro; alle ore 18 Silvia Battaglio presenta La sposa blu fra teatro di figura e teatro danza; alle 21.15 Nicola Russo presenta Acanto con Alessandro Mor e Gabriele Graham Gasco.
Lunedì 29 ore 21.15 Umeed Alì poeta pakistano che vive in italia, viene proposto dall’intensa forza narrativa di Arianna Scommegna con le musiche raffinate di Rashi Batt (India) e Ustad Tari Gulrez (Pakistan).

L’arte contemporanea ha infine un suo importante spazio con PAESAGGI CONTEMPORANEI, progetto di arte ambientale che afferma la dimensione multidisciplinare del festival di Radicondoli, con mostre, performance, installazioni site-specific e sonore a cura di Fabio Gori, collezionista e profondo esperto di arte contemporanea che affianca la direzione del festival nella sezione paesaggi contemporanei. La quarta edizione, che inaugura sabato 13 ore 16: Claudia Losi interviene nella particolare struttura urbanistica di Radicondoli utilizzando l'espressione artistica come riflessione sulle possibili forme del vivente e sulle loro combinazioni e sul rapporto arcano che persiste tra uomini e animali; Franco Ionda con un trittico di tre figure femminili di intensa spiritualità; Fabio De Poli con il suo fantastico universo poetico, tra i ricordi e le passioni di una vita. 

Infine dal 6 all'8 settembre Campus di drammaturgia: uno spazio  aperto al confronto  fra i diversi professionisti dello spettacolo in un concreto confronto con la scrittura, con la produzione e la promozione dei testi teatrali.

Info e programma completo www.radicondoliarte.org 

site map