Cerca

Risultati per: brunch a firenze

Irene all'Hotel Savoy

Architettura storica, eleganza e accoglienza italiana a cinque stelle in questo locale ispirato dal grande chef Fulvio Pierangelini con l’head Chef Giovanni Cosmai. Un luogo chic & smart per gustare il meglio della cucina toscana con i vini più pregiati. 

ATTIVITÀ E ALTRI EVENTI

Tre le notizie in rilievo:
Da sabato 9 la nuova mostra Abstract Perspectives: Annya Sand’s Tribute To Women. Un omaggio alle donne che osano esplorare territori inesplorati nel regno dell’arte femminile curato dall’artista UNESCO Annya Sand. Sabato 9, domenica 10 e venerdì 22 e sabato 23 l’artista è presente e si cimenta in una live performance.  

Mercoledì 20 marzo ore 18.21 Astro Cocktail: in occasione della Giornata Internazionale dell'Astrologia un aperitivo speciale in compagnia dell’esperta Dennis Clark a cui chiedere tutto sulla tua astrologia per poi sorseggiare un drink a tema. Una magica celebrazione nel giorno dell'equinozio di primavera, per iniziare l'anno astrologico comprendendo ed esplorando le energie che si trovano nell'universo - 24 euro (include 1 cocktail e finger food) - info e prenot. enquiries.savoy@roccofortehotels.com 

Il miglior club sandwich della città si trova a Irene Bistro’ - Vincitore del concorso in occasione di Taste 2024 la ricetta del celebre piatto di Chef Fulvio Pierangelini e Giovanni Cosmai, il “migliore tra tutti gli hotel 5 stelle della città”.

Hotel Savoy - Piazza Repubblica 7 - 055 2735891 - concierge.savoy@roccofortehotels.com


INTERVISTA CHEF: Giovanni Cosmai, Irene Bistro, Hotel Savoy

In Cucina ho scoperto la Magia

Nato a Bisceglie, terra di agricoltori e pescatori, cresce in una famiglia che ama il cibo. La mamma è la creatrice di tutte le bontà con cui cresce. Il suo lavoro nasce seguendo le orme del padre, Chef di un noto ristorante locale. La voglia e la curiosità crescono sempre di più e decide così di intraprendere un cammino fuori dal territorio italiano, trasferendosi in Inghilterra. Un’esperienza formativa, acquisisce tante conoscenze, sviluppa e affina le sue potenzialità culinarie. Il primo Ristorante è Teca Restaurant, con Chef della scuola di Gualtiero Marchesi. Impara a bilanciare sapori nostrani con saori orientali. In seguito a Nobu, celebre ristorante giapponese. I metodi di lavorazione e conservazione del pesce, le tecniche di taglio, l’utilizzo di salse fermentate, la tradizione dei coltelli. Poi al fusion Spoon Restaurant e al Ritz. Dopo sette anni rientra in Italia, a San Cassiano, poi Roma, Hotel De Russie, da dove, grazie allo Chef Fulvio Pierangelini, icona della cucina italiana, si rimette in gioco all’Hotel Savoy di Firenze.

Per cominciare, ci incuriosisce molto la tua collaborazione con Fulvio Pierangelini. Come funziona esattamente, raccontaci esordi e qualche aneddoto…
La prima volta che ho visto Pierangelini è stato nel 2007, all’Hotel de Russie di Roma. Stavo lavorando nella mia partita, e vedo dietro di me un omone con i capelli lunghi che mi osservava con aria curiosa, non avevo capito chi fosse. Da quel momento un percorso di sorprese, scoperte e avventure. Un viaggio culinario che pochi hanno avuto la fortuna di intraprendere. Siamo stati nei mercati, alzandoci all’alba; abbiamo visitato macellerie antiche, scoprendo tradizioni e innovazioni. In Sicilia in un forno dove l’odore del pane si sentiva dalla strada, fatto con grani antichi tipo la tumminia. Da un allevatore di pecore, per la ricotta fresca consegnata ancora calda, dai pastori che la producono. Da un agricoltore che coltiva caffe, banane, papaie e avocadi, prodotti quasi ‘’fantastici’’. Tutto si trasforma poi sui fornelli, è qui che comincia la vera magia, dove le caratteristiche di ciascun prodotto vengono esaltate. La magia è come si puliscono gli alimenti, si cucinano, si abbinano fra loro per renderli perfetti. La cosa più bella che mi ha insegnato Fulvio, è trasmettere emozioni attraverso il cibo, cucinare con accuratezza, rispettare le materie prime.

Il vostro “piatto forte”...
La minestra di fagioli, ravioli di salvia e sedano caramellato. Un piatto vegetariano della tradizione toscana, chiamato ‘Fagioli all’uccelletto’, che deriva dagli ingredienti usati nell’antichità per cucinare gli uccelletti. Un piatto semplice, ma di grande complessità: gli elementi si mescolano e ad ogni boccone si distinguono.

Il piatto più difficile da realizzare, ma di maggior soddisfazione.
Il risotto, decisivo ed identificativo per uno chef. Noi non lo sfumiamo con il vino, ne lo bagnamo con brodo, ma acqua. Vogliamo sapori decisi e puri.

La pietanza che preferisci lavorare.
La pasta fresca, creando sfoglie sottili, alle quali aggiungere ripieni gustosi ed accattivanti. Da Irene i ravioli di pappa al pomodoro.

Un ingrediente o un piatto sopravvalutato?
Il tartufo. Ha un prezzo puramente commerciale e da solo non lo puoi assaggiare.

Un ingrediente o un piatto sottovalutato?
Pesci sconosciuti, anche chiamati, “poveri”. Sono tanti quelli che non trovano posto nei menu. Più di una volta ho provato a “sfidare” i miei ospiti inserendoli in carta, ma il cliente quasi sempre preferisce spigola e orata!

A cena con un buon vino. Le tue preferenze…
Conte della Vipera e Pinot Nero.

In breve, facci venire l’acquolina in bocca, raccontandoci i piatti salienti del menù di dicembre…
Crudo di ricciola, pesto di un giardino pantesco e sorbetto al limone; Battuto di bovino adulto, maionese alla senape, tartufo nero e misticanza; Risotto, radicchio tardivo, aglio nero, parmigiano stravecchio e melograno; Fusilloni, crema di cavolo nero, limone, scampi e pomodoro candito; Maialino imbottito alla toscana, crema di patate all’olio evo, funghi di bosco e salsa al timo; Sampietro, finocchi brasati agli agrumi e bietolina; Raviolo croccante di ricotta, capperi, arancia e salsa al cioccolato; Crepes all’arancia e sorbetto ai frutti rossi.

A cena a Firenze o in Toscana da un altro Chef... Chi?
Matteo Gambi, Cantinetta Antinori.

Un Pugliese a Firenze

Claudio Lopopolo arriva dalla Puglia, Bisceglie, nel barese. La prima esperienza a 14 anni, come pizzaiolo. Poi nel banqueting. A 18 anni stagioni estive e invernali in Trentino e in Emilia-Romagna. Poi all’estero, Londra e in Australia, dove si confronta con la cucina internazionale. Quindi al “Campo del Drago” il gourmet di Castiglion del Bosco a Montalcino, responsabile dell’Osteria La Canonica, il bistrot del relais. A Firenze poi alla Pescatoria in via Palazzuolo, dove conquista la menzione nella Michelin.

Dalla primavera del 2022 è Executive Chef al Relais Le Jardin, il ristorante gourmet dell’Hotel Regency in piazza D’Azeglio a Firenze diretto da Claudia Gallo.

Le tue esperienze e un primo bilancio di questi primi mesi al Relais Le Jardin.
Non ho smesso di andare alla ricerca di stimoli, in cucina e per il mondo. Oltre la conoscenza degli ingredienti anche lo studio profondo di tecniche ed evoluzioni. Dalla Puglia dei grandi ricevimenti fino al Gatto Matto di Sydney, ristorante siciliano, al Rosewood London, ai menù gourmet del Campo del Drago e la tradizione preservata con ingredienti di qualità all’Osteria della Canonica.
Al Relais Le Jardin credono nel progetto. Nonostante le difficoltà nel reperire personale, riesco a sperimentare e a innovare costantemente il mio menù. Un continuo studio delle lavorazioni e preparazioni di carne e pesce di alta qualità. Per questo autunno ecco il menù degustazione “Calypso”, otto portate tra eleganza, classe e creatività in tavola!

La Vostra cucina spiegata con poche parole semplici a chi non vi conosce...
Sempre alla ricerca di stimoli. A casa, come in cucina. Osservo le nuove tendenze, e cerco di sviluppare una mia identità. Con accenni alla mia terra di origine, la Puglia. Nei miei piatti cerco una triplicità. Colori e sapori in armonia di contrasti leggeri e diverse consistenze. Un finale piacevole e non invadente che richiama il sorso di un vino.

Il vostro “piatto forte”...
La Zuppetta di Mare del Relais, sintesi della mia cucina. Ordine nel piatto, armonie di colori, l’atmosfera del mare. Il gusto delicato dell’ostrica, dello scampo e del gambero rosso, cotture di precisione al vapore della cozza e della vongola, la rosolatura di seppia e polpo.

Il piatto più difficile da realizzare, ma di maggior soddisfazione.
Il piccione. In Toscana è iconico. Lo è in ristoranti stellati come Arnolfo e Caino, e per me motivo di confronto. Con petto e coscia di piccione cotta nel burro, con gel di cioccolato aromatico, zucca alla vaniglia, foie gras e fondo di piccione. Una ricetta complessa!

La pietanza che preferite lavorare.
Qui lavoro carni pregiate. Dalla chianina frollata dai 6 ai 9 mesi, fino al cervo. È l’ingrediente che preferisco. Nella pancia di maiale eseguo una bassa temperatura per 24 ore per una perfetta cremosità.

Un ingrediente o un piatto sopravvalutato?
Vedo troppo spesso burrata e gambero crudo e pistacchi. Penso che così si danneggi l’ingrediente e anche l’immagine di tre simboli del sud!

Un ingrediente o un piatto sottovalutato?
I legumi sono una valida alternativa proteica, parte dell’alimentazione mediterranea e ottima alternativa in chiave di sostenibilità per l’impatto leggero. Trovo sottovalutate le interiora: sono ricche di gusto e nutrimento e simbolo della nostra cucina tradizionale.

A cena con un buon vino. Quale?
Sto iniziando un percorso di conoscenza …, per fortuna c’è Paolo Mercurio, maître del Relais le Jardin. Sul rosso vado sul Primitivo di Manduria, della mia terra, e il Vermentino della Maremma per il bianco.

In breve, facci venire l’acquolina in bocca, raccontandoci i piatti salienti del menù autunno/inverno...
L’insalata di Mare: Ostrica, Gambero rosso, Scampo crudi. Cozza e Vongola al vapore, polpo e seppia rosolati o arrosto con il piatto finito in sala, davanti al cliente, con l’acqua di mare fatta con la spirulina. La guarnizione è un soffice di patate alla salicornia. Petto d’Anatra cotto sottovuoto, rosolato nel burro chiarificato, salsa ai frutti di bosco e anice stellato, crema di scorza nera e chips e sassi all’olio extravergine d’oliva. Bottone al nero di seppia ripieni di mozzarella di bufala, ricci di mare, crema di zucca e caviale. L’Uovo Contemporaneo. Finto uovo di seppia realizzato con impasto di seppia e sale, messo nel guscio vero dell’uovo e riempito del vero tuorlo di uovo di gallina. Decorato con il nero di seppia su un letto di crumble di funghi porcini.

A cena a Firenze o in Toscana da un altro Chef... Chi?
Mi piacerebbe andare a cena da Rocco De Santis, Santa Elisabetta. Lui prima di me, ha intrapreso il percorso di chef che arriva dal sud a Firenze, so che i suoi risultati sono frutto di impegno e dedizione, per cui vorrei conoscerlo per ispirarmi. Oppure con Heston Blumenthal, uno dei più importanti innovatori della cucina contemporanea.

IL LOCALE


Trovate un menù ricco tra terra e mare ovviamente, arricchito e declinato con i sapori dell’orto: zucchine, bufala, capperi in fiore, peperoni arrosto, bietola saltata, i datterini, melanzane. la patata viola… si combinano con la rana pescatrice, il tonno, le carni bianche , il piccione, la triglia… Ci hanno conquistato i bottoni ripieni di melanzana con gamberi rossi di Mazara del Vallo e acqua di pomodorini datterini.

Menù Sunday Brunch 20 novembre dalle 12 alle 15

DAL BUFFET
Selezione di Formaggi con mostarde (miele, mele cotogne e fichi)
Affinato alle Castagne
Affinato alla Birra
Affinato al Tartufo
Pecorino semistagionato e stagionato di Pienza Dop
Treccia di Mozzarella pugliese

Selezione di Affettati
Prosciutto San Daniele Dop tagliato al coltello
Salame di Cervo
Finocchiona del Chianti Igp
Capocollo di Martina Franca
Lardo di Patanegra

L'Angolo del Mare
Crudo di pesce: Ostriche Kys, Gambero Rosso di Mazara del Vallo, Scampi XXL
Salmone affumicato in bellavista
Insalata d quinoa e gamberi

L'Angolo del Comfort
Insalata di riso venere con germogli di soia e verdure di stagione
Mini sandwiches assortiti
Quiche alle verdure di stagione
Quiche Lorraine
Flan di cavolfiore e lardo
Gratin di finocchi
Angolo delle insalate
Cime di rapa saltate con aglio, olio e peperoncino

Primi e Secondi
Cavatelli al ragù di agnello e pecorino
Vellutata di porri e patate con cipolla croccante
Arrosto di tacchino con salsa ai frutti di bosco

L'Angolo della Pasticceria
Torte e mignon dal buffet

Cocktail di benvenuto o flûte di Prosecco Extra Dry Millesimato Paladin

Selezione Vini
Pinot Grigio rosè Doc Bosco del Merlo
Cabernet Sauvignon Collio Docg Marco Felluga
 
Il costo è di 75 euro a persona, 35 per i bambini da 5 a 10 anni. Bambini fino a 4 anni gratuiti.

Relais Le Jardin dell’Hotel Regency - Piazza M. D’Azeglio, 3 - info e prenot 055 245247 - Ristorante da mar a sab 19-22 - www.regency-hotel.com

Sunday Brunch in Florence

Il Sunday Brunch è un appuntamento ormai divenuto cult.  Ecco una breve lista per scoprire i migliori di Firenze.

FOUR SEASONS HOTELOgni domenica l’iconico brunch che ha reso pop il lussuoso hotel immerso nel giardino della Gherardesca.
Borgo Pinti, 99 - info e prenotazioni: 055 26261 - www.fourseasons.com/florence

HOTEL SAVOY - Da Irene Bistro' ogni domenica dalle 12:30 alle 15 un’esperienza sofisticata e sfiziosa, con protagonisti sapori autentici di mare e di terra e il gustoso angolo “Little Tuscany”.
Piatti tra stagionalità e tradizione, con particolare attenzione al benessere.
65 euro a persona (acqua e caffè inclusi) Gratuito per bambini 0 - 10 anni - Riduzione del 50% per ragazzi dagli 11 ai 14 anni
Irene Bistrò, Hotel Savoy - Piazza Repubblica 7 - 055 2735891 - irenefirenze@roccohotels.com


RED GARTER - Forse il più easy, di certo il più americano! Sunday Brunch con pancakes e molto altro. I migliori eventi sportivi in diretta su maxi schermi (NFL, Serie A, Premier League, MotoGP e F1).
Via de’ Benci, 33-35/r - 055 2480909 – dalle 11.30 alle 16 - redgarter1962.com

REGINA BISTECCA - Ogni domenica girarrosto su prenotazione. Nel regno della Bistecca il palcoscenico, per un giorno, lo conquista un altro grande protagonista della tradizione toscana: polli interi e spiedini da urlo girano per una cottura lenta, ma succulenta!
Regina Bistecca - via ricasoli 14r - 055 2693772

ROOSTER CAFE - Apprezzato in città, propone un brunch a stelle e strisce. Ogni giorno, dall’English breakfast ai piatti iconici degli States. Da provare.
Via Sant’Egidio 17 – 055 240208 - www.roostercafefirenze.com

MANIFATTURA TABACCHI - Da Bulli e Balene, ogni sabato e domenica, special brunch a 25 euro con un piatto a scelta, 2 assaggi dolci e 2 salati e caffè americano. Dj set in sottofondo.
via delle Cascine 35 - 366 3640300

FAKE - Nel grazioso bistrot 100% gluten free delle cure ogni domenica, da domenica 5 dicembre, brunch e pranzo. Pancake con sciroppo d'acero, avocado toast e tante sorprese e i piatti iconici del ristorante.
via Firenzuola 9r - 366 4870670 - dal lunedì al giovedì dalle 18 alle 00, fino alle 1 venerdì e sabato. Domenica 11-15, chiuso lunedì - Parcheggio disponibile dietro il mercato coperto di Piazza delle Cure

WEEKEND? BRUNCH! ecco i migliori a Firenze

FELTRINELLI RED – ogni giorno dalle 11.30 alle 15.30 RED in Brunch: Caffè americano e spremute, sandwiches, pancakes (Piazza della Repubblica, 26 - 055 219390).

THE FOOD FACTORY - Dom a pranzo Brunch all’italiana, gran buffet con antipasti, salumi, verdure, primi piatti espressi della tradizione toscana ed italiana e griglia calda per la cottura della carne al momento (Via Faentina 169/3 - 50014 Fiesole (loc.Caldine) - 055 473727).

FOOO - Ogni domenica dalle 11.30 alle 16: Brunch and Music presso il Bistrot con uova in ogni veste, bacon, zuppe, primi e secondi piatti, insalate e buffet di dolci (Viale Strozzi, 18/r; Viale Lavagnini, 70/72 - 055 4606701).

FOUR SEASONS HOTEL - Ogni domenica ore 12.30-15 Sunday Brunch alla Magnolia con specialità del territorio e focus sul pesce e sull'Asian Food e al Palagio con la consueta formula a "Cucine aperte" e ospite domenicale, 120 euro a persona, 55 per i teenager, 30 bambini 5-12 anni, sotto i 4 anni ospiti (Borgo Pinti, 99 - 055 2626450).

RISTORANTE FRESCOBALDI FIRENZE – Sunday Brunch dalle 12 alle 15.30: piatti con uova biologiche toscane (Uovo Bio alla “Fiorentine”, alla Toscana, le Uova dell’Infanzia, Classici Pancakes...), Primi, Secondi di carne e pesce, contorni e dolci (Piazza della Signoria, 31 - 055 284724).

HELVETIA & BRISTOL - Ristorante Bristol Winter Garden Pranzo della Domenica ore 12.30-15.30: itinerario gastronomico di stagione dedicato alla cucina familiare italiana. 90 euro, bambini 5-14 anni 45 – 0-4 anni non pagano (Via dei Pescioni, 2 - 055 26651 - www.starhotelscollezione.com).

LIBRERIA BRAC - brunch della domenica dalle 12 alle 15, 16 euro (Via dei Vagellai 18r - 055 0944877).

OSTERIA ARMANDA 1926 - Appuntamento all day long per brunch, pranzo e cena, dal martedì alla domenica (Via dei Macci 74r, Via dell’Agnolo 15r - 055 073 6469).

QUINOA - Ogni dom dalle ore 12 Pranzo della domenica, 100% senza glutine (Vicolo di Santa Maria Maggiore, 1 - 055 290876).

RED GARTER - ogni dom 11.30-17 Brunch Americano: Pancakes, Waffles, Bagels, Omelettes, Milkshakes....(Via de’ Benci, 33-35/r - 055 2480909).

HOTEL SAVOY/Irene Bistrò - Ogni dom ore 12.30-15 Irene Brunch. Sapori autentici di mare e di terra, angolo “Little Tuscany” e live cooking con gli Chef tra stagionalità, tradizione, semplicità e una particolare attenzione al mondo del benessere. Menù a cura di Fulvio Pierangelini e dell’Head Chef Giovanni Cosmai. Musica dal vivo, area dedicata ai bambini, servizio babysitter e diretta partite di calcio serie A, 65 euro a persona, vini preselezionati inclusi, gratuito fino a 14 anni (Piazza Repubblica 7 - 055 2735891, irene@roccofortehotels.com).

TEATRO DEL SALE - Teatro-club-salotto-bottega gastronomica ispirato dall’istrionico Fabio Picchi, sab e dom ore 11.30-15 brunch a 20 euro (Via dei Macci, 111r - 055 2001492).

VILLA CORA – Dom 16 dalle 12.30 alle 15 Brunch Domenicale “La Regina Bistecca” con ricco buffet a base di creazioni culinarie dell’Executive Chef Alessandro Liberatore. Musica live, spazio dedicato alla visione delle partite di campionato, intrattenimento per bambini gratuito, parcheggio privato gratuito. 90 euro a persona, 25 euro da 6 a 11 anni, da 0 a 5 anni gratuito (Viale Machiavelli 18 - 055 228790).

Domenica? Non solo... Brunch!

Ecco l'appuntamento più goloso del fine settimana. Ce n'è per tutti i gusti: all’inglese, all’italiana, alla francese, alla spagnola e oltre. Sono i migliori brunch della città! 

ACQUA AL2
Ogni sabato e domenica,
in via dell’Acqua a due passi da piazza della Signoria, nell’evergreen della ristorazione cittadina, Stefano Innocenti & co. propongono un brunch alla francese, menù fisso (20 euro) con ampia scelta tra piatti salati, dolci, bevande, tutte d’ispirazione transalpina. 
Via della Vigna Vecchia, 40/r - 055 284170 - sab e dom a pranzo - www.acquaal2.it 

ANGEL ROOFBAR & DINING HOTEL CALIMALA
L'appuntamento fashion è sulle mirabilanti terrazze dell'hotel in via Calimala, provare per credere.
via Calimala 2 - 339 4113863 

FOUR SEASONS HOTEL
L’iconico brunch che ha reso pop il lussuoso hotel immerso nel giardino della Gherardesca è adesso a domicilio. Per chi volesse invece trascorrere la domenica nelle eleganti sale del Palagio, il ristorante una stella Michelin guidato da Vito Mollica, ecco un menu speciale che varia ogni settimana e comprende antipasti, cruditè di pesce, primi e secondi piatti e una selezione di dessert. 
Borgo Pinti, 99 - info e prenotazioni: 055 26261 - www.fourseasons.com/florence

B-ROOF | GRAND HOTEL BAGLIONI 
Brunch panoramico all'ultimo piano dello storico hotel. Ogni domenica fino al 20 dicembre il brunch viene servito nelle sale interne tra enormi vetrate panoramiche dalle quali ammirare lo strepitoso panorama sul centro fiorentino.
35€ a persona (con soft drink, vini esclusi). Non c’è un menù fisso e i piatti cambiano ogni domenica, info 055 2358 8965 o info@b-roof.it
Piazza dell'Unita d'Italia 6 -  dalle 12.30 alle 15

GUNÉ
Da venerdì a domenica lo chef Mirko Magheri prepara un brunch per tutti i gusti, con influenze nord Americane e italiane, dai Pancake all'Hamburger di anatra. La barlady Veronica Costantino ha invece creato una lista di signature cocktail tipici del brunch rivisitati.  Quattro piatti a scelta del menù a un prezzo fisso. Menu: Pancake con sciroppo d'acero, Chilli di fagioli sarconi e sgombro affumicato, Salmone in salsa bernese e verdure, Uovo cotto a bassa temperatura con crema inglese al rafano e spinaci, Uova strapazzate con Guanciale croccante, Omelette classico, prosciutto cotto e fontina, Omelette con maggiorana e curry di verdure, Degustazione di affettati e formaggi, Caesar salad al canestrato, Hamburger di anatra con cipolle croccanti, Club Sandwich del Guné, Lasagnetta al ragù, Composta di frutta con custard cream, Tortino di carote con crema al cioccolato, Tiramisù o a scelta dal Menù alla carta. 35€ incluso caffè e acqua.
Borgo San Frediano, angolo con via del Drago D'oro 1 - 055 493 9902 

IRENE BISTRO | HOTEL SAVOY
Eleganza e accoglienza italiana a cinque stelle in questo locale ispirato dal grande chef Fulvio Pierangelini. Da lunedì al sabato “1,2,3… Il Ritorno!” 2 primi e 2 secondi a scelta accompagnati da un piatto di verdure cotte e crude.  16 euro (piatto unico, verdure, acqua e caffè) | 20 euro (due piatti, verdure, acqua e caffè) | 28 euro (due piatti, verdure, bicchiere di vino, acqua, caffè con assaggio di dolce).
Piazza Repubblica 7 - 055 2735891 - concierge.savoy@roccofortehotels.com - irenefirenze@roccohotels.com

J.K PLACE 
In Santa Maria Novella brunch tutti i giorni! Il piccolo hotel di lusso propone un nuovo menu brunch composto da welcome drink, un piatto a scelta a base di uova bio o uno dei piatti caldi, tra cui i signature quali i pancakes, crêpes o French toast. Spazio anche alla tradizione italiana con spaghetti al pomodoro e una specialità diversa ogni giorno. Non mancano i croissant, spremute, torte e dolci homemade. 60 euro a persona. 
Piazza Santa Maria Novella - 055 2645181 - dalle 11.30 alle 15.30 - www.jkplace.com

LIBRERIA BRAC
La Libreria con cucina a pochi metri da Santa Croce, ogni domenica propone brunch con uno o più ingredienti protagonisti. Dai legumi ad altri ortaggi, l’importante è che sia veg!
Via Vagellai 18r – 055 4606701 – www.libreriabrac.net

OSTERIA BELGUARDO
Non il classico brunch. Con vista su Lungarno Guicciardini Il Pranzo della Domenica, protagonisti ingredienti di stagione in piatti speciali. Ogni settimana un vino Marchesi Mazzei in promozione.
Piazza degli Scarlatti 1r - 055 2654541 - firenze@osteriabelguardo.it - www.osteriabelguardo.it

PARC BISTRO’
Nel cuore delle Cascine, Alessandro Soltani, noto imprenditore enogastronomico, ha dato vita a questo bistrò adiacente agli spazi di Fabbrica Europa a due passi dalla Facoltà di Agraria. 
Ogni domenica Brunch Spagnolo: paella, tortilla e altre delizie iberiche. 
Piazzale delle Cascine, 7 - 055 330787 - aperto tutti i giorni dalle 9 alle 02 - www.parcbistro.eu

QUINOA
Nella corte di ZAP a pochi passi da Piazza Duomo, l’istrionico Simone Bernacchioni, chef e patron, propone ogni domenica a pranzo un menù di ricette della tradizione che ricordano i piatti tipici delle nonne italiane. Il tutto 100% senza glutine.
Vicolo di Santa Maria Maggiore 1 – 055 290876 – www.ristorantequinoa.it

RED GARTER
Forse il più easy, di certo il più americano! Nello storico locale di Riccardo Tarantoli, Sunday Brunch con pancakes, waffles, milkshake e molto altro. Inoltre i migliori eventi sportivi in diretta su maxi schermi (NFL, Serie A, Premier League, MotoGP e F1).
Via de’ Benci, 33-35/r - 055 2480909 - redgarter1962.com

REGINA BISTECCA
Ogni domenica girarrosto su prenotazione. Nel regno della Bistecca il palcoscenico, per un giorno, lo conquista un altro grande protagonista della tradizione toscana, il Girarrosto: polli interi e spiedini da urlo girano per una cottura lenta, ma succulenta! 
Regina Bistecca - via ricasoli 14r - 055 2693772

RELAIS LE JARDIN | HOTEL REGENCY
Nell’hotel di charme l’appuntamento  è laDomenica. Un brunch all’italiana con ricco buffet di antipasti, due primi e un secondo serviti al tavolo e un invitante scelta di dessert, il tutto sotto la regia di chef Sandro Baldini. 50 euro cad.
Piazza M. D’Azeglio, 3 - 055 245247 - www.regency-hotel.com

ROOSTER CAFE
Apprezzato in città, propone un brunch a stelle e strisce. Ogni giorno, dall’English breakfast ai piatti iconici degli States. Da provare.
Via Sant’Egidio 17 – 055 240208 - www.roostercafefirenze.com

SANTA ROSA BISTROT
Alle porte di San Frediano, ristorante tra i più frequentati della zona propone, ogni domenica, il brunch in due versione, Santabrunch o Veggiebrunch. Il tutto è accompagnato da dj set a cura di Micheal Byrne. 
Lungarno di Santarosa - 055 2309057 - dalle 12 alle 15 - www.santarosabistrot.com

TEATRO DEL SALE
Teatro-club-salotto-bottega gastronomica ispirato dal vulcanico Fabio Picchi, sabato e domenica ‘Brunchone’.
Via dei Macci 111r – 055 2001492 – ore 11.30 – www.teatrodelsale.com  

VIA VAI 
A due passi da Porta San Frediano, questo locale di moda rinomato anche per il suo sushi, lancia adesso il Pranzo della Domenica con due menù degustazione: sushi e carne.
40 euro a persona vino escluso. Aperto anche sabato a pranzo.
Via Pisana 33r - 055 223132 - www.viavaifirenze.com 

FUORI CITTÀ

IL DEK  
Se capitate a Prato questo bistrot fà al caso vostro! Frizzante, eclettico e molto frequentato ogni domenica propone brunch a prezzo fisso (30 euro a persona) e per ogni 4 persone una bottiglia di vino in omaggio. 
Piazza delle Carceri 1-2, Prato - dalle 12.30 alle 15 - 0574 475476 - www.decanteristorante.it 

VILLA DIANELLA 
Nella zona di Vinci, ogni domenica Green Brunch, tra i giardini e le cantine storiche dell'azienda. Una domenica all’aperto, in sicurezza, in ampi spazi, per gustare sapori e colori delle stagioni. Previsti laboratori creativi e intermezzi culturali per grandi e piccini. Green perchè vengono utilizzati solo ingredienti bio e di stagione. Ogni domenica un tema diverso. 
via Dianella 48, Vinci - 345 1044430 - O571 508166 - info@villadianella.it

site map