Cerca

Risultati per: eventi vino


Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /home/fol/web/firenzespettacolo.it/public_html/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /home/fol/web/firenzespettacolo.it/public_html/tags.php on line 188

CARUSO in FESTIVAL! Wine & Food e dj set...

Caruso Wine&Food Summer Festival - Sabato 15 e domenica 16 giugno attese 35 aziende, interessanti e vivaci produttrici artigianali di vino e food da tutta Italia, una selezione rara e notevole per conoscere vini e cibi di qualità alla VII edizione della due-giorni promossa dall’Associazione della Villa con Firenze Spettacolo e Promowine, il patrocinio del Comune di Lastra a Signa e il sostegno di ChiantiBanca.

La maestosa villa con giardino all’italiana, sede del Museo Enrico Caruso, torna ad ospitare curiosi, appassionati e wine lovers: dalle 15 alle 23 assaggi illimitati per amanti del buon bere e del buon vivere, con street food e golosità tutte da assaggiare, e dj set con Leo Daddi al tramonto.

Sono privilegiate realtà artigianali e familiari, provenienti da tutta Italia: Piemonte, Veneto, Lombardia, Sicilia, Puglia e naturalmente la Toscana quasi totalmente rappresentata in tutte le sue DOC, DOCG e IGT e tipologie, Rossi, Bianchi, Rosati e Bollicine. Si assaggiano così anche vini e spumanti francesi e spagnoli.

Caruso Wine & Food Summer Festival si svolge per la parte Tasting & Market nelle sale e saloni, al chiuso, per cui l’evento è assicurato anche in caso di maltempo. Nel giardino invece le offerte gastronomiche dell’area ristoro per una ricca merenda o una cena al fresco in campagna.

Tra le eccellenze gastronomiche specialità regionali come formaggi, miele, biscotti, zafferano, pasta e dolci, per merende e cene open air.

Il Festival è anche l’occasione per visitare il parco e il museo della villa e passare un pomeriggio estivo in assoluto relax: dal tardo pomeriggio il dj set con musica rilassante, per godersi il tramonto in tranquillità e fuori dal caldo cittadino.

LISTA AZIENDE PROTAGONISTE IN PROGRESS…
CLIO CICOGNI, Toscana
PODERE LA BOTTA, Toscana
ROSSI D’ASIAGO, Veneto
ENOMUNDUS, Vini dal mondo
POGGIO AL PINO, Toscana
CAMPOBARGELLO, Toscana Maremma
GARUTI, Emiia Romagna
SCURTAROLA-LORIERI, Toscana Candia
DIONIGI, Montefalco
MARTUSCIELLO, Campania
SAN LUCIANO, Toscana Arezzo
FILANDA DE BORON, Trentino Alto Adige
TENUTA IL PLINO, Emilia Romagna
MANNUCCI DROANDI, Toscana
CASALE BIO, Toscana
ALESSANDRO MOTTA, Piemonte
PODERE FORNACE, Toscana
MANGAVOP, Sicilia
ROLAND MERCANTE DI VINI, Francia e Spagna
LA BECCACCIA, Toscana
COLLE PARADISO, Toscana
MIRABONDO, Toscana
VIGNUDELLI, Emilia Romagna
AZIENDA AGRICOLA MARCHETTO, Veneto
MATERVI DI ALBERTO RIGON, Veneto
BE-RE, Veneto
CRIOLIN, Veneto
SAN MICHELE AI PIANONI, Lombardia
PODERE DELL’ANSELMO, Toscana
FOOD
DELIZIE DEL MARCHESATO
CIBO ARTIGIANALE ITALIANO
LA SOSTA DEL GALLO
RISTORO
Tuscany Brothers, Osteria Pratellino

COME ARRIVARE A VILLA CARUSO


Per chi viene dall'autostrada A1, uscire a Firenze-Scandicci, prendere la S.G.C. Fi-Pi-Li in direzione Pisa e uscire a Lastra a Signa. Procedere diritti sulla statale in direzione Empoli, oltrepassati 3 semafori (il primo situato a Lastra a Signa, il secondo nella frazione Ponte a Signa e il terzo nella frazione Porto di Mezzo) girare alla prima strada a sinistra (Via Pavese) e proseguire sulla strada asfaltata che conduce direttamente al cancello di Villa Caruso di Bellosguardo. Se muniti di navigatore satellitare, si consiglia di impostare Via Cesare Pavese e non Via di Bellosguardo.

Villa Caruso Bellosguardo - Via Bellosguardo, 54 - 50055 Lastra a Signa (FI) – ingresso 15 euro compresi degustazione e assaggi – ore 15-23 - info e prenot 055 212911 - info@firenzespettacolo.it - info@promowine.it - www.firenzespettacolo.it

Un ATTO di… VINO

Acquista qui il tuo biglietto

DINNER & DEGUSTAZIONE VINI ILLIMITATA
58 euro tutto compreso
(56 euro + 2 euro diritti prev.)
info > 055 212911 – info@firenzespettacolo.it


E’ passato solo un anno dal bellissimo God Save The Wine nei locali di Palazzo Portinari, ma già festeggiamo di nuovo, perchè saremo con la nostra serata per la prima volta da ATTO di Vito Mollica
Il noto Chef stellato ha infatti deciso di proseguire dallo scorso settembre  il suo “viaggio” nell’eccellenza culinaria scegliendo un nome che riflette la sua crescita e il continuo impegno per un’ospitalità impeccabile e sapori autentici.
Palazzo Portinari Salviati si conferma quindi  il prestigioso “palcoscenico” dove ogni dettaglio è meticolosamente orchestrato per incantare e lo è anche per la nostra serata con la quale vi invitiamo a riscoprirlo con occhi nuovi.
La proposta enogastronomica è fedele all’ideazione di menù stagionali di impronta tradizionale, ma dal gusto internazionale, sempre ed esclusivamente realizzati con materie prime di eccezionale qualità. Oltre la proposta fine dining sono rimaste invariate anche le offerte di Salotto Portinari Bistrot e dell’Eye Cocktail Bar, tre situazioni distinte all’interno di un unico percorso multisensoriale, aperto dalla mattina fino a tarda sera, caratterizzato da un costante dialogo tra passato e presente, dove le opere artistiche di valore storico convivono con il design e dove la proposta gastronomica si adatta alle molteplici esigenze dei fiorentini e dei turisti.
La cucina di Vito si è portata ancora più avanti e lo dimostra l’ultimo menu che ha salutato la conferma della stella Michelin:  tra gli antipasti Melanzana Glassata al Miso, Cioccolato e Lamponi,  Gamberi Rossi Marinati, Cime di Rapa e Mela Annurca, tra i primi i Cappelletti Ripieni di Radicchio Tardivo, Vacherin Mont D'or e Pinoli di San Rossore, il Risotto al Melograno con Salmì di Lepre, i Cannelloni di Fagianella con Cipolla Di Certaldo E Salsa All'uovo. Grandeur e concretezza anche tra i secondi pesce con il Dentice Reale, Cannolicchi, Pomodori Arrostiti E Olive Taggiasche oppure carne con Agnello del Casentino Fondente, Cicoria alle Acciughe e Peperone Crusco  e l'iconico Piccione alla Brace, Uva Sangiovese e Nocino.

Nelle nostre interviste su Firenze Spettacolo e sul sito www.godsavethewine.com potrete leggere come abbinarli con i vini delle aziende ospiti, ma tante altre scoperte le farete con i nostri vini e le possibilità di abbinamento date dal menu a buffet preparato per la nostra serata: stimoli e curiosità ideali per mettere alla prova i vini.
Inizieremo dallo Champagne, con una nuova maison da provare,  le bollicine storiche da Valdobbiadene e assaggeremo ben quattro diversi vitigni autoctoni piemontesi (dal bianco Timorasso al Ruchè passando per la Barbera) e ovviamente come sempre tanta Toscana, quella classica e quella biodinamica. Completano la serata distillati selezionati e la presenza di Fabio Barbaglini, valente chef con la sua proposta gastronomica legata al foie gras.

L’altro grande tema che affrontiamo insieme è l’anno che verrà, questo  enigmatico 2024. Proviamo a capire quello che ci aspetta: volendo credere all’oroscopo cinese sarà l'anno del Drago Verde di Legno, un simbolo che promette fortuna, prosperità e un flusso di energia positiva, forse il migliore degli auguri che possiamo fare in questo momento...

Andrea Gori

Un Atto di…Vino
GIOVEDì 25 GENNAIO 2024 ore 19.31
ATTO di Vito Mollica – Palazzo Portinari
Firenze , via del Corso 6


Vini Protagonisti

BERLUCCHI Franciacorta
Berlucchi ’61 Franciacorta Extra Brut
Berlucchi ’61 Franciacorta Satèn
Berlucchi ’61 Franciacorta Nature 2016

CACCIA AL PIANO Bolgheri
Caccia Al Piano 2020 – Bolgheri DOC Superiore
Ruit Hora 2021 – Bolgheri DOC Rosso
CAP Rosé 2021 – Metodo Classico

ENOMUNDUS importatore
Champagne De Corvette Blanc de Blanc - Maison Forget Brimont Ludes - Reims
Champagne De Corvette Tradition Brut - Maison Forget Brimont Ludes - Reims

ARVED WINE agenzia distribuzione vino e distillati
Tenuta Setteponti Crognolo 2020
Poliziano Nobile di Montepulciano 2019
Altesino Brunello di Montalcino 2019
Dievole Campinovi Trebbiano 2021
Tenuta Hofstatter Michei Trento doc
Zenato Ripassa della Valpolicella 2019

MONTALBERA Castagnole Monferrato (AT)
120+1
Langhe doc chardonnay 2022
Laccento 2022
Lequillibrio 2021

ROCCA DELLE MACIE Famiglia Zingarelli
Castellina in Chianti
Maxime Blin Champagne Carte Blanche Brut
Famiglia Zingarelli Chianti Classico Tenuta Sant'Alfonso 2021

FATTORIA VARRAMISTA Montopoli Valdarno (Pi)
Varramista 2019
varramista 2017
Varramista 2008
Varramista 2005
Frasca 2021
Frasca 2020

LA LECCIA Montespertoli
Cantagrillo – Trebbiano Toscana Igt – 2021
Rubedo – Vino Spumante Metodo Classico Pas Dose’ – 2018
La Leccia – Chianti Superiore Docg – 2022
La Leccia – Chianti Riserva Docg – 2021
Gotarossa – Sangiovese Toscana Igt - 2020

FATTORIA DI BACCHERETO TERRE A MANO Carmignano
Terre a Mano -Carmignano DOCG 2019
Terre a Mano - Carmignano DOCG 2020
Sassocarlo Terre a Mano -Bianco Toscano IGT 2020
Sassocarlo Terre a Mano-Bianco Toscano IGT 2021
VinSanto di Carmignano DOC 2014

MARZOCCO DI POPPIANO Montespertoli
Il Lanciere toscana igt 2022
Marzocco di Poppiano Chianti Colli Fiorentini docg 2021
Marzocco di Poppiano Chianti docg Riserva 2017
Pretale igt 2018
Vigna del Leone igt 2019

DOLCE EMPORIO di Fabio Barbaglini Selezione vini e prodotti gastronomici
Timorasso az. Agr. La Colombera
Foie Gras Fua’ di Fabio Barbaglini

BORTOLOMIOL SPUMANTI Valdobbiadene
Ius Nature Valdobbiadene Prosecco superiore docg brut millesimato
Bandarossa Valdobbiadene Prosecco superiore docg extra dry millesimato
Audax zero. 3 Valdobbiadene Prosecco superiore docg extra brut millesimato

DISTILLERIA NANNONI Civitella Paganico (GR)
Grappa cuore di Traminer
Gin Capricorno
Gin Rosa
Grappa di Brunello riserva 10 anni
Brandy 10 anni

CANTINA TUSCANIA Sambuca Tavarnelle Val di Pesa
Vermentino 2021
Chianti DOCG Testa per Aria 2020
Chianti Classico 2020
Chianti Classico Riserva 2018 Effige Nera
Foglia Tonda
Pugnitello
(Tutti vini in purezza, il primo 100% vermentino, seguono i  tre che sono 100% sangiovese, il quinto 100% foglia tonda e il sesto 100% Pugnitello).

Menù dello Chef Vito Mollica

SIMONE FRACASSI selezione di salumi 

SNACK FREDDI

Blinis al salmone
Sablè  al gorgonzola
Quiche ai carciofi
Crostino burrata e acciughe
Tartellette tartar di ricciola e agrumi
 
SNACK CALDI
Tempura di Grana Padano
Mini burger di manzo
Spring Roll di verdure
Olive all’ascolana
Gamberi panati fritti
 
PRIMI
Fregola ai frutti di mare con salsa al prezzemolo
Risotto zucca, radicchio e Castelmagno
Plin burro e salvia
 
DESSERT
Tiramisù
Frivolezze

Intrattenimento musicale con DJ

Sarà quel che Syrah

Il gioco di parole intorno ai titoli della manifestazione “CHIANINA&SYRAH, il festival del buon vivere” svoltasi nel recente weekend (9-11 marzo) a Cortona non è solo un gioco di parole.

“Sarà Syrah”
– la degustazione clou della manifestazione svoltasi domenica pomeriggio al Centro Convegni Sant’Agostino, epicentro dell’evento, conteneva infatti già nel titolo il significato più profondo e vero di questa giovane denominazione toscana, ovvero il suo essere un insieme di vini in divenire che – come ci confidano alcuni produttori – cercano annata dopo annata, vendemmia dopo vendemmia, di affinare ed esaltare la propria identità, senza forzature normative e procedurali imposte dall’alto, bensì perseguendo - nella diversità dei processi produttivi delle 18 cantine del territorio - un obbiettivo ovviamente di indubbia qualità e di sempre più riconoscibile personalità, che poi è quello che il consumatore richiede ad un vino.

La degustazione dei vini delle aziende associate al Consorzio Cortona Vini, promotore dell'evento con Terretrusche EVENTS, ha presentato in anteprima i nuovi millesimi dei Cortona Syrah doc insieme alle migliori espressioni dei Syrah d’Italia che usciranno quest’anno. Un’occasione unica, affiancata anche da una ricca partecipazione di produttori italiani di vini Syrah dalla Val d’Aosta alla Sicilia, e francesi, soprattutto dall’area del Rodano.

Il Syrah si caratterizza nell’affollato panorama dei rossi toscani come un vino dal colore nettamente rosso rubino, con sfumature violacee. Si rivela intensamente profumato e fruttato con sentori di frutti neri e spezie, tra le quali dovrebbe spiccare il pepe nero anche se non sempre avviene nettamente per la verità (opinione personale). Vanta in bocca una solida struttura, persistenza, negli assaggi più piacevoli morbidezza e freschezza, con tannino medio. Nel sorseggiarlo non dimenticate un pensiero alle antiche origini persiane di questo suggestivo vitigno nell’area della città iraniana di Shiraz, da cui il nome.
Tra i nostra assaggi più convincenti il vino della Vecchia Cantina di Cortona, l’Apice di Stefano Amerighi, il Castagno e Linfa di Fabrizio Dionisio, il Commendatore di Gabriele Mazzeschi.



Clou della manifestazione, oltre alle innumerevoli degustazioni diurne di carne chianina in Sant’Agostino, le cene di gala al Teatro Signorelli, con un plotone di chef blasonati dal territorio e da tante parti d’Italia.
Tra i tanti piatti speciali serviti vogliamo ricordarne alcuni tanto eccellenti quanto rari da gustare. L’Uovo 2.0 di Enrico Mazzaroni, chef stellato delle Marche: uovo cotto a 65°, ragù di Chianina, besciamella e lenticchie di castelluccio soffiate. Il Cappellotto di grani antichi ripieno di cipolla cotta sotto cenere con salsa di Syrah e cavolo nero di Maria Probst (Il Cerreto a Volterra). Il Carpaccio di chianina in marinatura marina, cruditè di verdure, gelato alle acciughe sotto sale e pomodoro, meravigliosa invenzione di Luca Landi, chef stellato che portato il top della Versilia nella terra degli etruschi. Una primizia per i fiorentini: la presenza tra gli chef di Giuseppe Lo Presti, ora alla guida delle rinnovate Giubbe Rosse di Firenze, che a breve riaprirà nella storica sede di Piazza della Repubblica.

CORTONA VINI, le aziende
Baldetti
Baracchi
Cantina Canaio
Cantina Doveri
Chiara Vinciarelli
Colle Acacia
Fabrizio Dionisio
I Vicini Winery
Istituto Vegni
La Braccesca
Podere Il Fitto
Poggio Sorbello
Speranza Winery
Stefania Mezzetti
Stefano Amerighi
Tenuta Angelici
Tenuta Montecchiesi
Pasini Roberta



Chianti Classico: Un lungo Brindisi ai 100 anni del Consorzio!

In alto i calici! Il Consorzio Chianti Classico festeggia insieme alla città di Firenze i suoi primi 100 anni!

Cento anni fa dopo la sua costituzione a Radda in Chianti, il Consorzio Chianti Classico stabilì i suoi uffici nello storico palazzo Uguccioni in Piazza della Signoria, a Firenze. Oggi, in un’occasione eccezionale, la sede storica del Consorzio riprende i suoi antichi panni, per condividere con tutta la cittadinanza cosa è oggi il vino Chianti Classico.


PROGRAMMA

Sono 9 appuntamenti che animano il fine settimana da venerdì 10 a domenica 12 maggio, presentando i volti più attuali della denominazione, tra cui: 5 incontri con altrettanti chef stellati di Firenze, che presentano alcune delle loro creazioni in abbinamento al vino del Gallo Nero insieme a Leonardo Romanelli; 1 abbinamento musicale tra grandi pezzi della storia del rock e annate di Chianti Classico, con la conduzione di Filippo Bartolotta; infine largo ai giovani, con 2 momenti dedicati ai Giovani Galli Neri, cioè a quei produttori under 40 che oggi raccolgono il testimone delle generazioni precedenti e si proiettano verso il futuro, con la moderazione di Simone Staffler (Falstaff). 

Venerdì 10 maggio


Ore 18:30 – 19:30 Vito Mollica per i 100 del Gallo Nero - Degustazioni di Chianti Classico in abbinamento ai piatti della Stella Michelin Vito Mollica (Ristorante Atto, Firenze), con la conduzione di Leonardo Romanelli.

Sabato 11 maggio

11:30 – 12:30 Ariel Hagen per i 100 del Gallo Nero. Degustazioni di Chianti Classico in abbinamento ai piatti della Stella Michelin Ariel Hagen (Ristorante Saporium, Firenze). Conduce Leonardo Romanelli.

15 – 16:30 Giovani Galli Neri: 6 produttori di Chianti Classico nati dopo il 1984 incontrano i loro coetanei in un incontro-degustazione moderato da Simone Staffler (Falstaff). 

17 – 18 Rocco de Santis per i 100 del Gallo Nero. Degustazioni di Chianti Classico in abbinamento ai piatti del due Stella Michelin Rocco De Santis  (Ristorante Santa Elisabetta, Firenze). Conduce Leonardo Romanelli.

18:30 – 19:30 Back in Black... Rooster! Degustazione rock: Dodici Chianti Classico dagli anni ’60 a oggi ripercorrono la storia del rock. Conduce Filippo Bartolotta.

Domenica 12 maggio

11:30 – 12:30 Claudio Mengoni per i 100 del Gallo Nero. Degustazioni di Chianti Classico in abbinamento ai piatti della Stella Michelin Claudio Mengoni (Ristorante Borgo San Jacopo, Firenze). Conduce Leonardo Romanelli.

15 – 16:30 Giovani Galli Neri: 6 produttori di Chianti Classico nati dopo il 1984 incontrano i loro coetanei in un incontro-degustazione moderato da Simone Staffler (Falstaff).

17 – 18 Chianti Classico Century. Assaggio di 6 vini nel corso di un racconto tra teatro e musica degli ultimi 100 anni del Consorzio e del mondo, insieme a Leonardo Romanelli e a Dimitri Frosali.

18:30 – 19:30 Niccolò Palumbo per i 100 del Gallo Nero. Degustazioni di Chianti Classico in abbinamento ai piatti della Stella Michelin Niccolò Palumbo (Ristorante Paca, Prato). Conduce Leonardo Romanelli.

PER INFO E REGISTRAZIONI CLICCA QUI

Inoltre, per tutto il fine settimana, è possibile brindare ai primi 100 anni del Consorzio nell’esclusivo calice del Centenario (fino a esaurimento scorte). 

Martedì 14 maggio

Nel giorno della ricorrenza della sottoscrizione del patto fondativo tra i produttori del Chianti Classico, un Convegno nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio a Firenze. Al centro il legame profondo del vino con il suo territorio di origine, con il paesaggio culturale e la sostenibilità. Intervengono, oltre alle istituzioni regionali e locali, esponenti del mondo scientifico e rappresentanti di altre significative denominazioni, quali lo Champagne, il Porto, l’Oregon, il Barolo, la Borgogna.

Al convegno segue una cena di gala presso uno dei luoghi della cultura per eccellenza della città, il Teatro della Pergola di Firenze, con la partecipazione degli associati, stampa selezionata, e rappresentanti delle istituzioni pubbliche e private coinvolte.

Info chianticlassico.com

site map