Cerca

Risultati per: delivery


Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Ginone in San Frediano

Insegna storica di San Frediano. Giuseppe Civale, la moglie Giuseppina e il figlio Cristian propongono cucina casalinga, tradizionale toscana con tocco personale e menu di stagione. Specialità “Pici alla Ginone” con guanciale saltato, ciliegini e pecorino; “Peposo alla fornacina”, tagliata e fiorentina. Anche proposte veg: rigatoni al pomodoro, risotto ai carciofi, parmigiana e sformatino. Dolci fatti in casa; tiramisù, zuccotto, crostate e torta al cioccolato senza farine. Oltre sessanta vini. Prezzi economici. 

La Pasta Fabbri incontra il Tartufo di San Miniato e altri primi in combinazioni stagionali. Inoltre due menù a pranzo da 10 euro (antipasto della casa+primo del giorno a scelta) o 15 euro (antipasto della casa+secondo del giorno a scelta) e il menu completo 25 euro (antipasto, primo e secondo).

Take Away attivo dal mar al sab, prenotazioni dalle 19.30 alle 20.30 su WA al 347 6605278. 

QUANDO TOSCANA ZONA GIALLA APERTO A PRANZO. 

Via de’ Serragli, 35r - 055 218758 - pranzo dal martedì al sabato - www.ginone.it - trattoriaginone@gmail.com

INTERVISTA > Cristian Civale (chef) - novembre 2019

Tradizione Toscana? Si, ma 2.0

32 anni, nato a Firenze, ha sempre vissuto orgogliosamente in Oltrarno. Figlio d'arte, con i genitori in tanti locali (Osteria n.1, Giubbe rosse, Paoli, Vivoli, Battibecco) e poi in proprio all'Osteria del Cinghiale Bianco e all'Osteria di Giovanni Latini dove ha trovato due persone meravigliose, Giovanni e la figlia Caterina, che gli hanno insegnato moltissimo sia a livello umano che lavorativo. Oggi con la famiglia guida la storica Trattoria da Ginone, punto saldo dell'Oltrarno fiorentino dal 1949 ad oggi.

La cosa che hai fatto della quale sei più orgoglioso e quella che (eventualmente) non rifaresti.
Far parte dell'Associazione Cuochi Fiorentini, crescere professionalmente, grazie a colleghi fantastici, corsi professionali, spesso a scopo benefico. Ma anche gli errori fanno crescere.

Ingredienti e ricetta per un locale di successo.
La tenacia, per emergere in questo mondo caotico, e un po’ di autocritica, voglia di migliorarsi e… tanta fantasia.

La Vostra cucina spiegata con poche parole…
"Tradizione Toscana 2.0": sapori e prodotti della nostra splendida regione con un tocco di modernità, senza stravolgerne il DNA. Esempio? "Lasagnetta con sfoglia di castagne ripiena di ragù di cacciagione su bechàmel al Chianti Classico” Nel prossimo menù …

Il vostro/vostri “piatto forte”, la vostra “specialità”…
"Pici alla Ginone" con guanciale, pomodorini e pecorino, oltre al nostro cavallo di battaglia, il "Peposo alla fornacina", che ci hanno dato soddisfazioni anche in alcuni concorsi, e gli Gnocchi di castagne fatti in casa.

La pietanza che preferisci lavorare.
"La Ciccia" di qualsiasi tipo, dalla cacciagione gli allevamenti allo stato brado: sughi, arrosti, griglia… un momento mistico da valorizzare.

Il vostro piatto più difficile da realizzare, ma di maggior soddisfazione.
Difficile sceglierne uno.... Una delle ricette sulla quale ho lavorato di più sono i "Pici alla Ginone".

Un ingrediente o un piatto sopravvalutato?
Parlerei di combinazioni sopravvalutate. Ingredienti utilizzati a sproposito: pistacchi, bottarga e tartufo…

Un ingrediente o un piatto sottovalutato?
L'olio di oliva. C'è tendenza a risparmiare, ma l'extravergine è alla base della cucina toscana: dà la Sinfonia alla ricetta.

A cena con un buon vino…
Con piatti più robusti un Sangiovese Toscano, gusto rustico ben strutturato come Nobile di Montepulciano di Canneto o Brunello di Montalcino di Castello di Romitorio. Con piatti più delicati Prosecco Valdobbiadene Superiore Cuvee "Solicum" di Colli del Soligo o Ribolla Gialla di Villa Chiopris.

Facci venire l’acquolina in bocca: i piatti salienti del menù di stagione…
Ribollita, Gnocchi di Castagne con salciccia del Casentino e porcini, Tortelli ripieni di Cavolo nero con fonduta al pecorino e pepe nero, Tagliolini con finta carbonara ai Pistacchi, Stracciatella e guanciale croccante, Vitello in porchetta con purea di patate cotto a bassa temperatura ma con crosta bella croccante), Salcicce del Casentino con fagioli all'uccelletto ...

A cena a Firenze in un altro ristorante… Chi?
Per una serata conviviale, "Italian Tapas", originale. Per la Pizza, "Le Follie di Romualdo": esagerata! Per la cucina Giapponese "Mr.Sushi" a Brozzi. Nel Mugello, Pako a Firenzuola: per gli amanti della "Ciccia" una mecca. "Carmagnini del 500", una sicurezza. "GirodiBacco" a Cafaggiolo, per una serata di coppia.

Firenze a tavola? Un parere sulla ristorazione nella nostra città….
C’è una buona tradizione, ma la liberalizzazione delle licenze ha facilitato locali gestiti da persone poco competenti, che credono che i ristoranti si gestiscano con i numeri… Poi scoprono l'amara verità, questo mestiere è fatto di passione, sacrificio, studio continuo, competenze e anche rinunce, insomma è una vocazione. In molti casi aprono e chiudono.

Hai la bacchetta magica. Tre cose che faresti per Firenze.
Servizi pubblici, efficienza e copertura, senza dover aspettare secoli alle fermate. Snellire la burocrazia comunale dai protocolli e controlli ridondanti. Ridurre la microcriminalità: una giustizia troppo permissiva rende off zone come le Cascine...

La Ménagère

 QUANDO TOSCANA ZONA GIALLA APERTO A PRANZO

Un concept-restaurant affascinante, arioso, informale. Si può scegliere la zona bar-bistrò per un light menù e ottimi cocktail (pranzo o aperitivo), molto glam. 

Al ristorante menù dello chef Nicholas Duonnolo: portate originali, forte innovazione, decisa bontà: bottoni di zucca in salsa di mandorle, zucchine in scapece e castagne arrostite al sentore di arancia; orzotto e lattuga al limone e anguilla affumicata; quaglia confit e panella fritta, sedano rapa, salsa tzatzicki, salvia fritta e limone; lombata di maiale grigio bio infusa nel suo grasso e bergamotto e cotta alla plancia, dip di arachidi, cavolo rapa tamarindo e coriandolo… Originalità nella carta dei vini e Champagne di nicchia.

Prezzi: 3 menù degustazione da 42 a 65 euro (b.e.); antipasti e primi 18-20, secondi 22-26, dolci 10.

Via de'Ginori, 8r - 055 0750600 - info@lamenagere.it 

Il Natale di Genuino.Zero

La start up dedicata ai prodotti locali che arriva a casa con pochi click propone diverse idee regalo e un albero di Natale sostenibile! 

Per la prima settimana di Dicembre un acquisto speciale: gli alberi di natale  (Abete Rosso e Bianco) con radici  sostenibili e locali. Provengono da coltivazioni sostenibili e controllate del nostro territorio come la  montagna di Vallombrosa. 

Grazie alla collaborazione con  Parco Poggio Valicaia, offre il servizio di Tresitting,  ovvero a fine feste  sarà possibile  consegnare loro in custodia il nostro  l'albero, i quali se ne prenderanno cura fino al natale successivo. 

 Natale locale e artigianale
Quest'anno più che mai sarà importante selezionare regali di natale locali e sostenibili “Per questo Natale, crediamo che la scelta di un acquisto locale abbia un valore ancor maggiore del normale. Vuol dire aiutare il tuo territorio, la tua terra, i tuoi artigiani, contribuire ad arginare la crisi, permettere ad alcune attività di superare la bufera e farle sopravvivere. Per questo con i nostri produttori, abbiamo pensato di creare un catalogo di natale che possa offrire tante idee e spunti per regali artigianali, sostenibili, locali.” Afferma Chiara Brandi, ideatrice della start up.



L’offerta di Genuino.zero parte dai dolci di natale  che non possono mancare sulla tavola delle feste. Originale è il calendario dell’avvento della Pasticceria Buonamici con il suo Biscottato dell'Avvento: 24 sacchettini, uno per ogni giorno fino al natale che nascondono una golosa frolla artigianale, classica o al cioccolato. E poi, il gran panettone, della la rinomata Pasticceria Silvano&Valentino in varie tipologie, dal classico, alla versione gianduia e noci oppure con cereali antichi e frutti di bosco. 


Non mancano altre idee per regali gastronomici locali e di  qualità, come il prezioso cofanetto in legno con 6 tipologie di caffè selezionate da LaTosteria (Arabica, Classico, Intenso, Bio, Dek e monorigine Brasil). Per gli amanti dei cocktail e degli aperitivi, da non perdere i cocktail in vasetto di Meme Cocktails, tutti realizzati con spirits di alta qualità toscani: dal mitico Negroni fino a mix più particolari, sono prodotti dalla barman Chiara Cantini, barlady conosciuta sulla piazza e molto attiva in vari eventi di settore.



Dalla fervente mente del macellaio Luca Menoni, arriva anche una interessante novità, che si presta bene anche come regalo: i burger kit, delle scatole dove troverete tutto l'occorrente e le istruzioni per preparare a casa vostra un vero american burger.

Passando ai regali per la casa e per la persona, anche qui non mancano le idee: dai tessili per la casa, ricchi di colore e brio di Waxmore, tutti realizzati a Firenze nel loro laboratorio di Murate fino agli oggetti in cotone 100% naturale, riciclabili e fatti a mano di T.Art.Lab da Pescia (dischetti struccanti, panni multiuso per la casa e spugnette per la cucina); ai saponi naturali BIO di Officina dei Saponi di Prato, ai detergenti di Latte di Capra di Maien, fino alla linea viso e corpo totalmente naturale delle ragazze delle Spontanee di Pontassieve.

Infine non mancano mai sotto l'albero, sono adatti a tutte le età dagli 0 a 99 anni, sono il migliore passatempo del mondo ed aiutano a viaggiare con la fantasia...visto che ancora di persona non lo possiamo fare! Stiamo parlando dei libri e li porta la libraia Martina della Libreria Indipendente OnTheRoad. Potete ordinarli direttamente da lei, ed arriveranno comodamente con il resto della spesa...altro che amazon prime!!! 

Tante idee per un natale sicuramente diverso dagli altri, ma forse sotto certi aspetti migliore!


SOCIAL LINK: pagina Fb @Genuino.ZeroFirenze | profilo IG @Genuino.Zero | www.genuinopuntozero.it

Sessant'anni a Casa Galanti

Gastronomia Galanti compie gli anni. Sono 60 tutti vissuti a giri altissimi. Un luogo del cuore per i molti clienti che ogni giorno a pranzo, per aperitivo o per la spesa in generale lo scelgono.
Oggi è ANDREA GALANTI, eletto nel 2015 come miglior sommelier d’Italia AIS, a condurre questa gastronomia ed enoteca di pregio nata in un mondo sicuramente diverso da quello attuale, ma che ha saputo mantenersi e adattarsi pur non cambiando la propria anima, tramandata per 4 generazioni guardando al futuro con sano ottimismo.  


Per l’occasione lo abbiamo intervistato.

Tre parole per descrivere Gastronomia Galanti? 
Tradizione, passione, continuità.

Che effetto fa compiere 60 anni?
Un traguardo importante anche perché raggiunto da 4 generazioni, il ricordo di chi ci ha preceduto è sempre con noi. I miei bisnonni e nonni hanno indicato la strada e noi cerchiamo di percorrerla al meglio cercando di fare del nostro meglio e provando a fare sempre meglio!

Cosa avete in mente per festeggiare?
Di questi tempi non è semplicissimo. Le restrizioni previste per il covid ci impediscono molte cose. Abbiamo pensato di aiutare alcune associazioni di volontariato con cui siamo amici. Penso sia il miglior modo oggi per salutare questo traguardo.

La cosa che vi rende più orgogliosi?
I successi personali sono stati tanti, dal miglior sommelier d’Italia Ais, ai premi sulle guide raggiunti dal nostro locale, ma la cosa che ci rende più orgogliosi è il riconoscimento quotidiano di tanti clienti. Essere quindi sempre attuali, nonostante siano passati tanti anni, ci gratifica e ci fa capire ogni giorno che la tradizione, la storia delle nostre ricette, la passione che mettiamo nel nostro lavoro sono le cose più importanti di tutto.

I piatti più ordinati da Galanti, i vostri hit…
Sono diversi. Ve li elenco e vi invito a provarli. Lasagne al ragù; le nostre zuppe, come la ribollita e la pappa al pomodoro; galantina di pollo; insalata russa; melanzane alla parmigiana; baccalà alla livornese. Solo per citarne alcune.

Raccontaci un aneddoto, una curiosità.
Avevo 14 anni. Durante il periodo estivo, finita la scuola, davo una mano in studio a mio padre (fa il commercialista) e anche una mano a mio nonno in negozio. Preferivo di gran lunga la seconda opzione ! Un pomeriggio (al tempo facevamo una pausa dalle 15 alle 17) aspettavo mio nonno sotto il porticato di Piazza della Libertà. Erano le 16:30 e mio nonno stava riaprendo. Vendendomi così presto mi domandò cosa ci facessi lì. La mia risposta fu molto naturale, gli dissi che mi piaceva stare in negozio e avevo voglia di venire a lavorare. La sua reazione fu fantastica, mi dette le chiavi del negozio e mi disse “oggi ci stai te, ho visto che te le cavi bene anche da solo”. Fui felicissimo!

Come te la immagini tra 10 anni?
Così com’è, con qualche novità sicuramente, ma le nostre ricette, la nostra accoglienza e l’atmosfera familiare, che, come molti clienti ci dicono: “sembra di stare a casa ma con l’aggiunta della vostra professionalità”, è il complimento più bello che si possa ricevere.


GASTRONOMIA GALANTI

Diretta da Andrea Galanti, miglior sommelier d’Italia AIS 2015, questa storica gastronomia e pregiata enoteca con oltre 1000 etichette diverse, ampliata e rinnovata, regala una visione speciale del mondo vino con etichette regionali meno conosciute e champagne "meno inflazionati". Spesso degustazioni, eventi. Classico mix di tradizione e nuove ricette, la Gastronomia offre un’ampia scelta di piatti da consumare nel locale, nello spazio esterno sotto i Portici, o da portare a casa. 

Ogni sera l’Aperidivino. Eccellente scelta di vini, oltre 20 etichette al calice, e gustosi piatti espressi realizzati ad hoc da Angela Galanti.

Piazza della Libertà, 31r - 055 490359 - orario: lun-sab 8.30-21.30 (chiuso dom) - www.gastronomiagalanti.com

Il Chianti Classico e i suoi Amici, a casa tua!

Non un semplice servizio di consegna, ma un vero e proprio viaggio enogastronomico, come fuga dalla città, come tour in tappe o come originale regalo di Natale, unendo la cucina dei ristoranti Amici del Chianti Classico e il vino Gallo Nero.

La nuova iniziativa del Consorzio Chianti Classico continua a sostenere i locali aderenti al circuito Amici del Chianti Classico.
Dopo il fitto programma di cene con il produttore Aggiungi un produttore a tavola organizzate tra giugno e luglio,  da venerdì 11 dicembre arriva nelle case degli appassionati un nuovo concetto di vivere il territorio a tavola, con Amico del Chianti Classico @ Home


Su questo nuovo portale il pubblico ordina a casa le proposte gastronomiche dei ristoranti coinvolti tra Firenze e Siena, sempre abbinate a una bottiglia di Chianti Classico. Gli ordini sono recapitati a domicilio, o consegnati al ristorante per chi sceglie l’opzione take away, che rende la proposta della nuova piattaforma anche un’ottima idea regalo per Natale

Amico Chianti Classico@home si propone come una nuova esperienza enogastronomica attraverso cui il pubblico si regala un piccolo viaggio tra le migliori cucine e cantine del territorio.  

Ristoranti aderenti ad oggi: 

Osteria dell’Enoteca (via Romana 70r, Firenze - 055 2286018)
Trattoria da Burde (via Pistoiese 154, Firenze - 055 317206)
Gurdulù Gastronomia (via delle Caldaie 12r, Firenze - 055 282223)
La Taverna della Berardenga (via del Chianti 70 Castelnuovo Berardenga - 0577 355547)
La Compagnia dei Vinattieri (via delle Terme 79, Siena - 0577 236568)

Scopri qui l’offerta completa di Amico Chianti Classico@home. 

L’iniziativa è valida fino al 7 febbraio 2021

site map