Europa, 30 anni dopo

Da giovedì 14 marzo il nuovo ciclo di incontri al Circolo Vie Nuove.

Fino al 15 aprile il Circolo “Vie Nuove”, in collaborazione con il “Forum per i Problemi della Pace e della Guerra” e con l’Ufficio “Europe Direct” del Comune di Firenze, presenta UNA “CERTA IDEA” DI EUROPA, A 30 ANNI DALLA CADUTA DEL MURO DI BERLINO: 20° Ciclo di incontri di geopolitica “Gian Paolo Calchi Novati”, dedicato per il 2019 alla dimensione europea. Il ciclo esordisce con una Tavola Rotonda e prosegue con sei incontri seminariali.

Nel 2019 l’Europa celebra il 30^ anniversario della caduta del Muro di Berlino in un momento delicato per l’Unione Europea: il modello di integrazione che si è sviluppato dagli anni ‘50 fino al primo decennio del secolo XXI è in profonda crisi. Ai problemi da tempo emersi, come la mancanza di chiara legittimazione democratica e le gravi carenze nel campo di una comune ed incisiva politica estera e di sicurezza, si è aggiunta una crisi di credibilità, messa in evidenza dalla crisi migratoria, dalla “Brexit”, dall'emergere di movimenti e partiti populisti e sovranisti. Risorgono nazionalismi, rallenta (se non arretra) il processo di unificazione. Le ragioni di questi fenomeni risiedono anche nelle modalità con le quali le classi dirigenti hanno costruito l’Unione, la quale è ben lungi dal realizzare ideali di unità nella pace tra tutti i popoli europei, di eguaglianza e benessere diffuso. Il corso affronta alcuni di questi quesiti.

PROGRAMMA
Giovedì 14 marzo Tavola rotonda: “L’Europa ed il Mediterraneo: il futuro della pace tra tensioni migratorie e democrazie illiberali” - con Furio Cerutti, Renaud Dehousse, Piero Fassino, Leonardo Morlino, Caterina Roggero, coordina Alberto Tonini. Le identità politiche e culturali nazionali sembrano resistere efficacemente sia al processo di globalizzazione, sia al processo di integrazione europea. Quale futuro ci attende? Sarà possibile sviluppare una nuova identità politica europea, o dobbiamo rassegnarci a quelle forze che rappresentano un punto di coagulo di un'alleanza anti-europea?
Lunedì 18 marzo “L'Europa di nuovo campo di battaglia?” - relatore Francesco Niccolò Moro (Università di Bologna). Il destino degli europei è determinato, non da oggi, anche da fattori e soggetti esterni, primo fra tutto la NATO. L'Europa potrebbe divenire il nuovo campo di battaglia – si spera in senso solo figurato - nello scontro globale tra nuove e vecchie superpotenze (Usa, Russia, Cina) e le loro visioni del mondo.
Lun 25 marzo “Brexit: inizio dello sfaldamento o monito per gli euroscettici? Una vera “exit” è possibile?” - relatrice Serena Giusti (Scuola Superiore Sant’Anna, Pisa). La scelta della maggioranza dei britannici di abbandonare l’Unione si sta rivelando difficile nel suo compiersi e probabilmente assai svantaggiosa per il Regno Unito, anche perché i vincoli politici, giuridici ed economici costruiti negli ultimi 50 anni sono più forti di quanto potrebbe apparire. Quanto è “facile” uscire dalla UE e quanto questo precedente può contribuire ad incoraggiare o scoraggiare altri popoli a fare altrettanto?
Lun 1 aprile “I diritti civili nello spazio europeo” - relatrice Anna Loretoni (Scuola Superiore Sant’Anna, Pisa). L’Unione Europea rappresenta un fattore di promozione dei diritti tra i popoli europei, i quali hanno sviluppato, in cinquant’anni di convivenza, pratiche ed avanzamenti di grande interesse. Quale è il modello di cittadinanza europea in tema di diritti civili, politici e sociali?

Circolo Vie Nuove - V.le Giannotti 13 - 055 683388/393 9190534 – orario (tavola rotonda e incontri) 21 - programma completo su Facebook Circolo Vie Nuove - vienuove@vienuove.it - tavola rotonda: ingresso libero; incontri: partecipazione gratuita per studenti e insegnanti

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it