AUTUNNO in TOSCANA: andare per Cantine

15 consigli per degustare, ammirare e star bene

Terra di nobili e di contadini, di infiniti filari di vigneti, il Chianti è stato luogo di scontri epici e fitte trame politiche, ritagliandosi da sempre un ruolo decisivo nello scacchiere toscano. Un territorio in cui il vino fa parte della storia, diventandone il protagonista.
Qui vi consigliamo 15 tra le migliori cantine dove degustare buon vino e star bene, cullati da dolci colline e immersi tra le sfumature di meravigliosi vigneti.


1
ANTINORI nel Chianti Classico

Inaugurata il 25 ottobre 2012, la Cantina del Chianti Classico Marchesi Antinori è il quartier generale della storica Casa fiorentina. Una cattedrale dove il vino è il centro del percorso produttivo e di visita. Costruita interamente con materiali locali e con grande rispetto per l’ambiente e per il paesaggio toscano, rappresenta una pietra miliare nella storia della famiglia. Un immenso spazio multifunzionale che si fonde con la terra, assumendone il colore ed estendendosi orizzontalmente, anche sotto il livello del suolo. Progettata per consentire la vinificazione per gravità e per garantire in modo naturale la temperatura ideale per la produzione e la conservazione del vino, è parte del circuito Toscana Wine Architecture, che riunisce e promuove le cantine d’autore e di design presenti sul territorio. Al suo interno un ristorante, una bottega dei sapori, una libreria, un museo e un auditorium per 250 persone. All’esterno, infiniti filari di vigneti, coltivati con la varietà tipica del Chianti Classico: il Sangiovese, oltre al Canaiolo, il Ciliegiolo, il Colorino, la Malvasia nera e il Mammolo.
Le Degustazioni: “Tour Barricaia” prevede una visita della cantina e l’assaggio di tre vini rappresentativi delle tenute, (30 euro cad); “Tour Bottaia" è un tour approfondito della Cantina Antinori, ideale per gli appassionati di vino, con l’assaggio di quattro vini nella suggestiva sala sospesa o nell'esclusiva saletta Bottaia, (60 euro cad); “Tour Bottaia CRU” è un’immersione nella filosofia produttiva dei Marchesi Antinori con visita guidata, assaggio di sette vini CRU e pranzo presso il ristorante dell’azienda Rinuccio 1180, (160 euro cad).
Via Cassia per Siena, 133, 50026 Bargino, Firenze - info e prenot 055 2359700 - www.antinori.it

2
VIGNAMAGGIO a Greve in Chianti

Siamo in una delle più antiche aziende agricole della Toscana, fondata nel XIV secolo dall’illustre famiglia di origine feudale dei Gherardini, signori del Chianti nella Valdelsa e Valdigreve. Con il tempo ha assunto connotati sempre più all’avanguardia e diversificati, proponendo oggi un concetto nuovo di fattoria toscana, in cui si persegue qualità trasversale nel rispetto del terreno, delle piante e delle persone. Con i suoi 250 ettari di proprietà, tra vitigni, frutteti dei piani di Montagliari e immensi boschi, Vignamaggio propone autentici momenti di condivisione: che sia di un tour degustazione, un pranzo o una cena nel bellissimo ristorante della tenuta "Monna Lisa”.
Le degustazioni: sono sei le possibili combinazioni. “Classic Tour” comprende una visita guidata delle cantine e del giardino all’italiana della villa, (10 euro cad); “Tasting” propone due assaggi di vini accompagnati da un tagliere di salumi di Vignamaggio e formaggi, (15 euro); “Al Banco” in cui i visitatori sono invitati ad assaggiare i vini del wine bar della tenuta; “Tasting Tour” che comprende visita guidata, seguita da degustazione e merenda con due Chianti Classico o IGT Toscana Rosso, Vinsanto, Olio EVO e selezione di salumi, formaggi toscani e cantuccini fatti in casa (25 euro); “Degu-pranzo” dove, dopo la visita guidata della tenuta, viene offerto un pranzo completo con degustazione di vini, Vinsanto e Olio EVO, (50 euro) e il “Tour e Cena al tramonto” che comprende visita guidata della tenuta con cena completa con degustazione di vini, Vinsanto, Olio EVO (67 euro).
Loc. Petriolo, 5, 50022 Greve in Chianti - info e prenot 055 8546653 - www.vignamaggio.com

3
VILLA TORRE a CONA

Immersa in un panorama fiabesco, nella zona di Rignano, si scopre la splendida tenuta di Torre a Cona, dominata dalla monumentale villa settecentesca, proprietà dei Conti Rossi di Montelera. Tra giardini storici, mulini a vento e infiniti filari di vigneti e oliveti, Villa Torre a Cona si propone al pubblico con una gestione turistica e vitivinicola incentrata su una deliziosa combinazione di vini Chianti e Merlot, vinsanto, grappa ed olio di oliva. Un luogo dominato da una potente storia che vale la pena conoscere soggiornando presso la villa o durante una giornata di Wine Tasting, dove degustare i vini conservati nella storica cantina interrata della tenuta, risalente al 1882.
Le degustazioni: il percorso “Classic” comprende tre calici di vini di Torre a Cona serviti assieme a bruschette con paté, un assaggio di pecorino toscano e olive e l’assaggio di Olio EVO della tenuta, (15 euro); il percorso “Wine and Food” prevede la Selezione di quattro vini di Torre a Cona con l’assaggio di formaggi e salumi tipici toscani, bruschette con paté, olive, una zuppa tradizionale toscana e l’assaggio di Olio EVO della tenuta. Prima della degustazione è possibile partecipare alla visita guidata della proprietà, (29 euro).
Località Torre a Cona, 49, 50067, 50067 Rignano sull'Arno - info e prenot 055 699000 - www.torreacona.com

4
CASTELLO DI AMA a Gaiole in Chianti

Siamo in una delle aziende più famose del vino mondiale: Castello di Ama. L’azienda toscana, fondata nel 1972 da Lorenza Sebastiano e Marco Pallanti, conta circa 80 ettari di vigneto e produce una gamma di etichette dalla qualità eccelsa, riconosciuta in tutto il mondo con numerosi premi. Sei i vini di produzione della tenuta: il Rosato Castello di Ama, il Chianti Classico Gran Selezione San Lorenzo, l'Apparita Castello di Ama, il Chianti Classico "Ama" Castello di Ama,  l'Haiku Castello di Ama e  l'acquavite Castello di Ama.
Presso l’Enoteca Il Ristoro di Ama in Villa Pianigiani, è possibile degustare questi grandi vini, accompagnati da qualche assaggio della tradizione toscana. Lo Chef Giovanni propone tutti i giorni piatti con materie prime di qualità dall’orto della tenuta. Nel pomeriggio è possibile fermarsi sulla terrazza per degustare i grandi vini del Castello di Ama.
Per chi lo desidera può prenotare una visita guidata dove, oltre a degustare, si ammirano opere d'arte contemporanea strategicamente posizionate. La collezione comprende artisti internazionali quali Louise Bourgeois, Michelangelo Pistoletto, Anish Kapoor, Daniele Buren e molti altri.
Loc Ama, 55, 53013 Gaiole in Chianti SI - info e prenot 0577 746069 - reservation@castellodiama.com

5
MARCHESI MAZZEI a Fonterutoli

La storia della famiglia Mazzei è strettamente legata a quella della vitivinicoltura toscana da oltre seicento anni. Un connubio indissolubile, rinnovato di generazione in generazione, che trova la sua massima espressione nella Tenuta Mazzei Castello di Fonterutoli, nel piccolo paesino omonimo, in provincia di Siena. Una realtà di oltre 70 ettari, di cui circa la metà destinata a vigneti specializzati, che racchiude non solo un’azienda con la sua cantina, ma anche enoteca, osteria e ospitalità. Un luogo unico dove scoprire una delle realtà più importanti del Chianti Classico e della Toscana. La filosofia della famiglia punta alla valorizzazione dei vitigni autoctoni quale espressione dell’identità di un territorio, nel rispetto della diversità e della natura.
Per scoprire questa realtà è possibile partecipare alle visite guidate della Tenuta Castello di Fonterutoli, o prendere parte a degustazioni presso l’Enoteca all’interno di una tipica abitazione di campagna con vista mozzafiato sui vigneti. Qui possono essere degustati e acquistati tutti i vini dell’azienda. Per chi desidera fermarsi più a lungo, può provare i sapori dell’Osteria di Fonterutoli e immergersi in un viaggio tra tradizione e innovazione capitanato dallo Chef Lorenzo Baldacci.
Degustazione Classic Wine Tour, 25 euro, 75min - Private Vip Tour 50 euro 2h (personalizzabile) - Wine&Experience, 120 euro 4h
Via Ottone III di Sassonia n. 5 Loc. Fonterutoli, 53011 Castellina in Chianti SI - info e prenot 0564 406003 - www.mazzei.it

6
RICASOLI e il CASTELLO DI BROLIO a Gaiole in Chianti

È una storia di tradizione, prestigio e passione quella che contraddistingue la famiglia Ricasoli e il suo rapporto con il Chianti Classico. Era il 1141 quando la famiglia acquistò il Castello di Brolio a Gaiole in Chianti, tutt’ora sede della prestigiosa azienda vinicola. Nel 1830 il Barone Bettino Ricasoli iniziava le sue prime sperimentazioni di un vino che, trent’anni dopo, diedero vita all’attuale Chianti Classico. La lungimiranza di Bettino individuò il ruolo fondamentale dell’uva sangiovese abbinata ad altri vitigni autoctoni a bacca rossa, come canaiolo e malvasia. Oggi Ricasoli è una delle aziende più rappresentative del Chianti Classico; sempre orientata a nuove sfide e sperimentazioni (la zonazione dei terreni e la selezione clonale, per citarne alcuni), con un importante occhio di riguardo all’ecosostenibilità. La produzione si aggira intorno ai 2 milioni di bottiglie, con il sangiovese protagonista in quasi tutte le etichette, affiancato a volte da cabernet sauvignon, petit verdot, cabernet franc e merlot.
Vi consigliamo di partecipare al Tour “Vitigni, vigneti e vini Cru: il Terroir di Brolio” che permette di conoscere le tre principali varietà di suolo presenti a Brolio, le tecniche di gestione del vigneto e i progetti di ricerca. Al termine della visita degustazioni dei migliori vini Ricasoli e degli Olii EVO (DOP) prodotti in azienda. Prezzo: 45 euro; 22,50 euro ragazzi 13/18 anni. Dal 16 marzo al 30 ottobre.
Loc Madonna a Brolio, 53013 Gaiole In Chianti SI - info e prenot s.brandini@ricasoli.it - www.castello.com

7
BORGO SAN FELICE a Castelnuovo Berardenga

Eccellenza enologica e territoriale, Borgo San Felice è un borgo medievale trasformato negli anni ‘70 in albergo diffuso, dopo l’intervento di restauro conservativo ad opera del Gruppo Allianz. L’azienda unisce l’ospitalità all’esperienza eno-gastronomica, grazie alla presenza della storica realtà “Agricola San Felice”, uno dei nomi più importanti del territorio del Chianti Classico. Con i suoi 140 ettari di vigneto, i vini di grande fascino e l’attenta e innovativa ricerca sul Sangiovese, “Agricola San Felice” rappresenta il cuore pulsante dell’intera tenuta.
Presso Borgo San Felice è possibile soggiornare, assaporare le creazioni dello Chef stellato Francesco Bracali al Ristorante stellato Poggio Rosso, pranzare alla familiare Osteria del Grigio o partecipare ai Wine Tour accompagnati dall’enologo dell’azienda per scoprire le 20 etichette prodotte.
Un microcosmo unico per vivere esperienze immersi nelle verdi colline toscane.
Loc. S. Felice, 53019 San Felice (SI) - info e prenot 0577 399203 - info@agricolasanfelice.it - www.borgosanfelice.it

8
VALLEPICCIOLA a Castelnuovo Berardenga

Tra le ultime colline del Chianti Classico e il fiume Arbia, Bruno Bolfo dette vita nel 1996 a Vallepicciola, partendo da un antico convento e pochi ettari. Un progetto spinto dalla passione per la Toscana e il buon vino. Oggi Vallepicciola conta 265 ettari, di cui 65 dedicati alla viticoltura, alternando suoli di argille, sabbie, tufo e arenarie. Una varietà incredibile di terreno che, unita alle moderne tecnologie e al sapiente consulto tecnico dell’enologo Riccardo Cottarella, dà vita a vini preziosi ricchi di sfumature. La cantina, ampia, moderna e estremamente funzionale, è il punto d’incontro tra tradizione e sperimentazione. Un esempio ambizioso di architettura organica, con l’obiettivo di integrarsi in modo armonioso nella natura circostante. Anche in questo caso, il Sangiovese è il protagonista, affiancato dai classici internazionali come Cabernet, Pinot Nero, Merolt, Petit Verdot e Chardonnay, adattati perfettamente in queste nobili terre.
Vallepicciola organizza tre tipi diversi di percorsi degustazione: il Tour Classico prevede la visita alla cantina di affinamento con degustazione di quattro vini della tenuta accompagnati da salumi, formaggi locali e olio EVO. (25 euro). Il Tour Elegance include una visita completa della cantina con degustazione di quattro vini PREMIUM, accompagnati da salumi, formaggi locali e olio EVO, (40 euro). Infine, il Tour Premium prevede la visita alla cantina con degustazione privata di cinque vini PREMIUM, con assaggio di un’annata in anteprima e snack Vallepicciola PREMIUM, (80 euro).
Strada Provinciale 9 di Pievasciata, 21, 53019 Pievasciata, Castelnuovo Berardenga SI - info e prenot 0577 1698718 --  shop@vallepicciola.com |www.vallepicciola.com

9
CINELLI COLOMBINI a Trequanda

Era il 1998 quando Donatella Cinelli Colombini lasciò la fattoria di famiglia per fondare la propria azienda composta da Casato Prime Donne a Montalcino e dalla Fattoria del Colle a Trequanda, nella terra dei grandi rossi toscani. Casato Prime Donne è una proprietà di 40 ettari, di cui 17 dedicati al Sangiovese e alla cantina per la vinificazione e maturazione in botte del Rosso e del Brunello di Montalcino. A contraddistinguere la realtà del Casato è la gestione tutta al femminile. Una caratteristica unica Italia che fa di questa cantina una bandiera per l’enologia in rosa.
La Fattoria del Colle, invece, comprende 336 ettari dove vengono coltivati 160 ettari di cereali, 6 di oliveto e 17 di vigneto nelle varietà Sangiovese, Merlot, Traminer e Foglia Tonda, un antico vitigno autoctono oggi recuperato.
I Wine Tour presso le due tenute sono unici nel loro genere, coinvolgenti e capaci di far rivivere la storia dei luoghi: dalla visita guidata delle cantine al tour con degustazione itinerante fino alla più esclusiva “verticale” di sei annate di Brunello di Montalcino. Presso la Fattoria inoltre organizzate ogni giorno 5 esperienze diverse, tra degustazioni, visite guidate e lezioni di cucina.
Fattoria del Colle - Loc Colle - 53020 Trequanda (SI)
Casato Prime Donne - Loc Casato 17 – 53024 Montalcino (SI)
info e prenot 0577 662108 - info@cinellicolombini.it - 0577 849421 - casato@cinellicolombini.it

10
CASTELLO DI MELETO a Gaiole in Chianti

Dal 1256 il Castello di Meleto si erge maestoso a dare il benvenuto ai visitatori di Gaiole in Chianti, tra filari di vigneti, oliveti e fitti boschi. Abbracciato da massicce fortificazioni e sorvegliato da un’alta torre, conserva ancora oggi la Villa nobile e un curioso teatrino settecentesco. A fare da padrone è la prestigiosa azienda vitivinicola, una realtà polifunzionale cui si affiancano molte attività, tra cui la produzione di olio EVO bio e l’allevamento di maialini di Cinta Senese. I terreni si estendono intorno al Castello per circa mille ettari: di questi 160 sono dedicati alla coltivazione della vite. Fiore all’occhiello, ancora una volta, il vitigno Sangiovese, simbolo del Chianti Classico, affiancato a vitigni autoctoni come come Malvasia Nera, Canaiolo, Colorino, Vermentino e varietà internazionali come Cabernet e Merlot. Castello di Meleto seleziona solo le uve migliori, sottoponendole a una doppia selezione: la prima in vigneto al momento della raccolta, la seconda sul tavolo di cernita, dove ogni grappolo viene controllato manualmente da operatori esperti.
Per degustare i vini si scende nei sotterranei del Castello, in un’intima enoteca. Qui, oltre ai vini di Meleto, è possibile assaggiare i salumi dall’allevamento della tenuta, l’olio biologico, miele e specialità tipiche toscane. Sono inoltre previste visite guidate al Castello che permettono di ammirare le sale arredate e affrescate del Piano Nobile, il Teatrino del '700 e la vecchia cantina sotterranea.
Eventi speciali: sab 28 e dom 28 settembre il Castello ospita la seconda edizione di Chianti Gourmet Experience, manifestazione incentrata sul “Food” che richiama in Toscana operatori del settore enogastronomico da tutta Italia (e non solo…). Decine gli chef impegnati nella due giorni, stellati e non solo, oltre a protagonisti dello “street food” italiano, cantine e birrifici artigianali.
Castello di Meleto, 53013 Gaiole in Chianti SI - info e prenot 0577 749129 - www.castellomeleto.it

11
CANTINA PETRA in Val di Cornia

È vicino all’antico borgo di Suvereto, nel cuore della Maremma, che la famiglia Moretti ha creato l’azienda vinicola Petra. Un’azienda innovativa e funzionale in equilibrio con il territorio e la tradizione, lontano dalle terre più blasonate della Toscana. Oltre 300 ettari sulle colline ferrose della Val di Cornia che guardano verso il Tirreno. I vigneti prosperano su circa 98 ettari in un insieme di paesaggi, superfici e microclimi differenti che si fondono fino a creare vini eleganti e equilibrati, come il Petra ""Colle al Fico"", rosso da syrah in purezza, o il Petra ""Hebo"", cavallo di battaglia dell'azienda, a base di sangiovese, cabernet sauvignon e merlot. La cantina, progettata dall'architetto Mario Botta, è una struttura avveniristica con l'obiettivo della funzionalità. Beppe Caviola accompagna la trasformazione dell’uva in vino senza manipolazioni o forzature, sfruttando gravità, luce naturale e l’energia fornita da un impianto fotovoltaico galleggiante. Dopo esser lasciato stagionare per tre mesi, il vino si perfeziona ancora per altri tre in bottiglia fino al momento dell’acquisto.
Tre i percorsi di degustazione organizzati: “Petra Classic” per chi desidera un’introduzione snella e completa alla realtà della tenuta: si comincia con una passeggiata tra i vigneti e si conclude con la visita alla cantina, degustando tre vini di Petra, (35 euro); “Petra Under the Tuscan sun” è un’immersione nel lavoro e nei sapori della tenuta, dai vigneti fino alla cantina, con degustazione di tre vini Petra e prodotti tipici, (45 euro); “Petra Experience” è un itinerario di 3 ore per esplorare in maniera totale viticoltura, architettura, la pura essenza del vino e il fascino dell’ospitalità toscana. L’esperienza si conclude con un lunch al ristorante in cantina, affacciato sulle vigne e l’orizzonte profondo di questa parte di Maremma, (60 euro).
S. Lorenzo alto, 131, 57028 Suvereto LI - info e prenot 0565 845308 - visit@petrawine.it - www.petrawine.it

12
I LUOGHI a Castagneto Carducci

Dai primi anni del 2000 a Castagneto Carducci, Stefano Granata e Paola De Fusco, rispettivamente ingegnere elettronico ed enologa, hanno realizzato il sogno di una vita, creando I Luoghi. Un inno alla territorialità e alla loro passione per la viticoltura italiana tra morbide colline, mare azzurrissimo e condizioni pedo-climatiche uniche e singolari. L’azienda si estende su cinque ettari, suddivisi in tre e mezzo di vigneto e uno di oliveto, e produce vini DOC Bolgheri equilibrati e eleganti. L’obiettivo è una vigna e un vino senza compromessi, attraverso la ricerca della massima qualità. Da I Luoghi sono banditi i prodotti chimici di sintesi e i diserbanti in vigna, riducendo al minimo le concimazione al fine di mantenere in vita l’equilibrio vegetale e produttivo delle piante. Anche in cantina si cerca di toccare il mosto il meno possibile, avviando fermentazioni spontanee con soli lieviti naturalmente presenti sulle bucce degli acini e effettuando quotidianamente rimontaggi e follature leggere. Una piccola e genuina realtà dove poter degustare due DOC Bolgheri, Campo al Fico Bolgheri DOC Rosso Superiore e Podere Ritorti Bolgheri DOC Rosso.
Loc. Campo al Capriolo, 20157022 Castagneto Carducci, Livorno - info 0565 777379 - info@iluoghi.it - www.iluoghi.it

13
TENUTA ARGENTIERA a Donoratico

Situata lungo la rigogliosa Costa degli Etruschi, tra sorgenti naturali e miniere d'argento, Tenuta Argentiera, già dei fratelli Corrado e Marcello Fratini e del marchese Piero Antinori, oggi con una nuova proprietà, produce vini DOC Bolgheri di alta qualità. Siamo nel cuore della piccola ma prestigiosa Doc Bolgheri, un terroir vocato ai grandi vini rossi, nell’area stessa dei celebri Super Tuscan. La vicinanza al litorale e l’altitudine di 200 mtslm, creano un microclima ideale per produrre vini di qualità dal carattere deciso. Con i suoi 500 ettari, di cui 75 impiantati a vigneto, Tenuta Argentiera si distingue per magnifici vini rossi, tutti con denominazione DOC Bolgheri: Argentiera, Villa Donoratico, Poggio ai Ginepri oltre ai tre prestigiosi Cru: Giorgio Bartholomaus, Opheliah Maria e Lavinia Maria. La cantina, rinnovata nel 2008, può contare su una struttura architettonica interamente costruita con materiali di riciclo,  dallo stile architettonico sobrio e funzionale, che si inserisce alla perfezione nel contesto paesaggistico circostante.
Per entrare in contatto con la Tenuta è possibile partecipare a interessanti degustazioni e visite guidate in azienda di circa due ore accompagnati da personale qualificato.
Via Vecchia Aurelia 412A loc i Pianali, 57022 Donoratico LI - info e prenot 0565 774581 - enoteca@argentiera.eu - www.argentiera.it

14
PODERE SAPAIO tra Castagneto Carducci e Bibbona

Nato nel 1999 dalla passione del veneziano Massimo Piccin, Podere Sapaio, con i suoi 25 ettari vitati, di cui la maggior parte di origine bordolese, è da annoverarsi tra le aziende più vivaci e dinamiche della nuova generazione bolgherese. La filosofia che muove l’azienda è sperimentazione e innovazione: Piccin si propone di ricercare nuove espressioni dei vitigni bordolesi, con l’obiettivo di ottenere vini, sotto la cura del noto enologo Carlo Ferrini, che coniughino potenza, eleganza e longevità. I suoi Sapaio e Volpolo, i cui nomi si ispirano a due antichi vitigni toscani, entrambi tagli bordolesi, interpretano in maniera diversa ogni singola annata, differenziandosi per provenienza, selezione e grado di maturazione delle uve. Entrambe le etichette hanno raccolto menzioni e riconoscimenti e sono consigliate per i bevitori più curiosi e attenti alle novità.
Per assaporarli, la tenuta organizza degustazioni organizzate con visite alla vigna e al Podere, con possibilità di acquisto presso il Wine Shop.
Sp 329, Via del Passo di Bocca di Valle, 1, 57022 Donoratico LI - info e prenot 0565 765187| - info@sapaio.it

15
PODERE SEQUERCIANI a Gavorrano

Nel cuore della Maremma, cullato da verdi colline e campi di grano, il Podere Sequerciani di Ruedi Gerber è un luogo ameno dove rilassarsi in compagnia di un buon bicchiere di vino. A fare da padrone i 60 ettari di vigneti dove si producono vini naturali, fiore all’occhiello della tenuta. Vitigni autoctoni, accarezzati dalla brezza marina, crescono su terreni argillosi secondo principi biodinamici, dando vita a vini rari e preziosi. La villa colonica del 19° secolo, dotata di una piscina a sfioro di 22 mt e zona wellness per rilassarsi, è il rifugio perfetto per un weekend.
Le degustazioni dei vini, così come dell’olio e del miele della tenuta, sono organizzate periodicamente con eventi che includono grigliate e la presenza di musicisti e di artisti.
Strada Provinciale Tatti 58023 Gavorrano (GR) info e prenot 0566 028053 - info@sequerciani.it - www.sequerciani.it

Carlotta Martelli Calvelli
 

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it